Libreria Editrice OssidianeLibreria Editrice Ossidiane

Libri dalla categoria Paganesimo

La Cabala Operativa – Introduzione allo Studio della Cabala, Mistica e Pratica, ed alla Messa in Azione delle sue Tradizioni e dei suoi Simboli, in vista della Teurgia

La Cabala Operativa – Introduzione allo Studio della Cabala, Mistica e Pratica, ed alla Messa in Azione delle sue Tradizioni e dei suoi Simboli, in vista della Teurgia

Titolo originale: La Kabbale Pratique

Autore/i: Ambelain Robert

Editore: Edizione Privata

introduzione dell’autore, traduzione di C. M. Aceti, volume stampato in 1000 esemplari numerati, nostra copia numero 54.

pp. 336, nn. illustrazioni b/n e tavole b/n f.t., Genova

Dall’introduzione dell’autore:
“Sembra proprio che la Cabala sia destinata a non esser altro che la manifestazione del «mistero» stesso!
Infatti, nessuna dottrina è stata ed è ancora oggi cosi misconosciuta dal grosso pubblico. Nel Medio Evo, nel Rinascimento, come ai giorni nostri, circolano nei suoi confronti le sciocchezze più incredibili, le calunnie più indebite.
Per tal Padre Gesuita del diciassettesimo secolo, «la Cabala non è che un libro di stregoneria il cui autore è uno stregone famoso chiamato Cabala»… Per talaltro, è «un trattato di Magia, analogo, quantunque più inverosimile, al famoso grimorio ebraico detto Talmud…». Come osserva con umorismo P. Vulliaud nella sua opera sulla Cabala, sarebbe «pretendere che la musica sia superiore ad una cornetta!».
Ora, ai giorni nostri, è ancora cosi. Durante i cinque anni in cui gli uomini del Governo di Vichy cimentarono il fanatismo d’una volta, i libri ed i manoscritti che parlavano di Cabala ebbero l’onore di dividersi, con quelli che trattavano d’Illuminismo e di Massoneria, l’attività e l’interesse dei nostri saccheggiatori ufficiali delle biblioteche private…
In un altro campo, era lo stesso. Per la maggior parte degli eruditi tedeschi della nostra epoca, specialisti in materia, non sembra che e sia altro, nella Cabala, che l’arte di estrarre anagrammi misti e dal testo ufficiale del Pentateuco arricchendo cos) la già lunga lista dei «Nomi Divini».
Per la verità, la Cabala è la «Via Iniziatica» tradizionale dell’Occidente cristiano, Come consiglhava Swami Sidesvarananda, il metodo unicamente asiatico non è fatto per l’uomo europeo, BE, nonostante le sue seducenti apparenze, e salvo rare eccezioni, esso non può condurre che ad un punto morto.
La Cabala poggia sulla tradizione exoterica giudeo-cristiana. Costituisce una metafisica ed una filosofia, da cui si sprigiona una mistica, quest’ultima messa in azione e regolata da una particolare ascesi, costituente la Teurgia o la Cabala Pratica; quest’ultima si suddivide in due sezioni. La prima costituisce una specie di yoga occidentale, è l’aspetto interiore di questa pratica. La seconda è a forma rituale, cerimoniale; è l’aspetto esteriore.
Poichè l’uomo è un microcosmo, ogni ascesa che gli consente di raggiungere certi livelli di coscienza, inaccessibili in via ordinaria, equivale dunque ad una «realizzazione iniziatica» incontestabile.[…]”

Visualizza indice

Introduzione
I – Origine e definizione della Cabala
A) Sua genesi
B) Chiarificazione

II – Gli Elementi metafisici
A) Le Sephiroth
B) Ain Soph: l’esistenza negativa di Dio i
C) Le Cineroth o «Sentieri»
D) I testi d’azione

III – Le «Eststemze» divine …
Le Sephiroth nei Cinque Mondi
1. Aziluth
2. Briah
3. Iesirah
4. Asiah
5. Tavole delle Corrispondenze
6. L’Essere e il Non-Essere

IV – La «Quliphah»
L’Albero di Morte

II – ELEMENTI OPERATIVI

I – La Teurgia

  • Definizione

II – Applicazioni
A) Il Teurgo
B) Conoscenze necessarie
C) Del genere di vita
D) Gli oggetti rituali e Oratorio
E) Il Sacramentario

III – Le Forze energetiche
a) Le Entità
b) Gli Eggregori
c) Il «Regno delle Tenebre»

IV – Le Operazioni
A) Note preliminari
B) L’esercitazione giornaliera sui 22 Sentieri
a) Il ruolo dello «Shema», o preghiera, nel Risveglio di Ruah Elohim
b) Concentrazione mentale e respirazione ritmica
c) Rituale delle Operazion! Giornaliere dei «22 Nomi Divini»
d) La «Grande Operazione»
e) L’Alchimia Spirituale

V – Lo Shemamphorash

II – La Demiurgia

  • Le Evocazioni cerimoniali
  • Aggiunta all’Edizione originale

L’Esperienza Mistica in Abraham Abulafia

L’Esperienza Mistica in Abraham Abulafia

Titolo originale: The Mystical Experience in Abraham Abulafia

Autore/i: Idel Moshe

Editore: Editoriale Jaca Book

prima edizione, prefazione di Shomo Pines, presentazione e traduzione di Pierluigi Fiorini.

pp. 272, Milano

Questo libro costituisce la prima presentazione su ampia scala di uno dei principali mistici ebraici, il fondatore della Qabbalah estatica, Abraham Abulafia. Comprende una descrizione delle tecniche impiegate da questo maestro, tra le quali figura anche la musica. Vengono qui studiate e discusse le caratteristiche della sua esperienza mistica e le immagini erotiche con le quali egli la descrive. Il volume, basato su tutto il materiale manoscritto che ci resta di Abulafia, apre la strada a una nuova comprensione del misticismo ebraico, puntando all’importanza della Qabbalah estatica per gli sviluppi successivi del giudaismo mistico.

Moshe Idel è stato Centennial Scholar in Residence al Seminario Teologico Ebraico. Attualmente è professore di Qabbalah al Dipartimento di Pensiero Ebraico presso l’Università Ebraica di Gerusalemme.

Visualizza indice

Presentazione di Pierluigi Fiorini
Prefazione di Shlomo Pines
Ringraziamenti
Abbreviazioni utilizzate

INTRODUZIONE

  • La questione dello status di Abulafia
  • Vita di Abulafia
  • Scritti di Abulafia
  • Uno sguardo alla ricerca
  • Qabbalah abulafiana e Qabbalah teosofica

Capitolo primo
TECNICHE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL’ESTASI

  1. Il carattere estatico della recita dei nomi divini
  2. Combinazioni di lettere dei nomi divini
  3. Tecniche per la recita dei nomi
  4. La recita interiore
  5. Preparazione per la recita

Capitolo secondo
MUSICA E QABBALAH ESTATICA

  1. La musica come elemento analogico per le tecniche di
  2. raggiungimento dell’estasi
  3. La musica come analogia della profezia
  4. La musica come mezzo per raggiungere la «profezia»
  5. La musica come componente della tecnica di Abulafia

Capitolo terzo
L’ESPERIENZA MISTICA

  1. Percezioni e sensazioni
  2. La luce
  3. Discorso
  4. Il discorso profetico e la conversazione
  5. La visione della forma umana
  6. La visione delle lettere
  7. Gli Urim e Tummim
  8. Il Cerchio
  9. Metatron
  10. La paura
  11. I pericoli
  12. Devequt
  13. Lo scioglimento dei nodi
  14. Le caratteristiche dell’esperienza mistica

Capitolo quarto
IMMAGINI EROTICHE PER LESPERIENZA DELL’ESTASI

  1. L’immagine del bacio
  2. L’immmagine del rapporto sessuale
  3. L’immagine del seme
  4. Il segreto del concepimento
  5. Il figlio e la nuova nascita
  6. L’unione sessuale come metafora e simbolo
  • Bibliografia
  • Indice degli argomenti e dei nomi propri
  • Indice dei titoli

Esoterismi del XX Secolo – Crimini Satanici e Musica Rock

Esoterismi del XX Secolo – Crimini Satanici e Musica Rock

Autore/i: Cosco Giuseppe

Editore: Edizioni Segno

postfazione di Antonio Baudi «I Messaggi Subliminali e la loro Rilevanza Giuridica».

pp. 104, Udine

Il simbolo  del dollaro (in copertina) ha una valenza satanica?
Da chi è stato concepito e per quali fini?

Chi sono i veri satanisti e quali correnti magico-sataniche detengono i maggiori poteri in questo secolo?

Esistono connessioni ideali tra gli antichi Templari e gli Illuminati? Come si entrava in questi circoli?

Quali misteriosi ed inquietanti personaggi si celano dietro le quinte dei vari governi?

Tutto il rock è satanico?

I messaggi subliminali possono anche istigare i giovani al suicidio?

Con un linguaggio semplice e chiaro, accessibile a tutti, l’Autore sviluppa questi ed altri temi similari con inoppugnabile documentazione.

Di grande rilievo in Esoterismi del XX secolo la postfazione di Antonio Baudi, Presidente di Sezione del Tribunale di Catanzaro, I messaggi subliminali e la loro rilevanza giuridica.

L’Antica Arte e Scienza del Pranic Healing con i Cristalli

L’Antica Arte e Scienza del Pranic Healing con i Cristalli

Titolo originale: The Ancient Science and Art of Pranic Crystal Healing

Autore/i: Choa Kok Sui

Editore: Macro Edizioni

prima edizione, introduzione dell’autore, traduzione di Maria Angela Bernardi.

pp. 136, nn. illustrazioni b/n, Cesena (FO)

Master Choa Kok Sui è un insegnante e un autore di fama internazionale i cui libri sul Pranic Healing sono stati tradotti in 17 lingue. La pratica del Pranic Healing si è diffusa in almeno 30 paesi.
Master Choa Kok Sui ha tenuto conferenze e workshop (gruppi di lavoro) in tutto il mondo raggiungendo un numero incalcolabile di persone.
Master Choa, filippino, di origine cinese, si è laureato presso la facoltà di Ingegneria Chimica ed è un uomo d’affari di successo.
Master Choa ci aiuta a scoprire il semplice e meraviglioso uso dei cristalli nel Pranic Hearling e a imparare ad applicare i principi e le tecniche utilizzando il loro potere naturale per ristabilire, con le mani e il grana e energia vitale, l’equilibrio e la salute fisica, emozionale e mentale. Il Pranic Hearling con i Cristalli ci offre, inoltre, gli strumenti più idonei per poter percepire il livello energetico degli organi del corpo e la loro anomalie.

Il volume fornisce informazioni dettagliate sui seguenti argomenti:

  • Proprietà dei cristalli
  • Pulizia, attivazione e programmazione dei cristalli
  • Come accrescere il potere del nostro cristallo
  • Come accrescere il nostro potere di guarigione attraverso i cristalli
  • Quando non indossare i cristalli
  • Tecniche differenti con i cristalli per alleviare mal di testa, febbre, dolori mestruali, artrite, ipertensione, sclerosi multipla e altro
  • Uso dei cristalli per la proiezione dei frana colore
  • Cristalli colorati
  • Impostazione dei cristalli
Visualizza indice

Introduzione
Capitolo Uno – CONCETTI DI BASE, PRINCIPI E TECNICHE

  • Che cos’è il Pranic Healing con i cristalli?
  • Tre proprietà essenziali dei cristalli
  • Quando non si devono indossare i cristalli
  • La legge del Karma

Capitolo Due – QUATTRO TECNICHE FONDAMENTALI NEL TRATTAMENTO E NELL’UTILIZZO DEI CRISTALLI PER LA GUARIGIONE

  • Pulire un cristallo
  • Come pulire un cristallo
  • Acqua e sale
  • Incenso
  • Come pulire un cristallo utilizzando la luce viola elettrico
  • Come purificare un cristallo utilizzando la preghiera
  • Caricare
  • Programmare o dare istruzioni
  • Stabilizzare

Capitolo Tre – COME ACCRESCERE IMMEDIATA MENTE LA VOSTRA FORZA GUARITRICE

  • Accrescere all’istante l’energia di guarigione
  • Cinque cose da evitare nel Pranic Healing
  • Fattori che determinano la potenza di un cristallo
  • Anelli con cristalli come attivatori chakrali

Capitolo Quattro – COME PURIFICARE ED ENERGIZZARE CON UN CRISTALLO LASER DI QUARZO

  • Attivatore del chakra nella mano che riceve e cristallo laser sulla mano che proiett
  • Come fare lo sweeping generale con un Ccristallo-laser
  • Come fare lo sweeping localizzato con un Cristallo-laser
  • Come pulire accuratamente un chakra spo
  • Come stabilizzare l’energia pratica stabilizzata
  • Come tagliare il legame
  • Invocare benedizioni divine
  • Sweeping distributivo
  • Guarigione a distanza con i cristalli
  • Usare i cristallo COME estrattore
  • Due modi di usare l’estrattore
  • Lasciare abbastanza tempo all’estrattore per lavorare

APPLICAZIONI

  • Semplici indisposizioni e disturbi
  • Ferite
  • Brcctature
  • Mal di denti
  • Disturbi mestrualiprostata
  • Dolori addominali, vomito e dissenteria
  • Mal di testa
  • Artrite
  • Febbre
  • Problemi cardiaci
  • Sclerosi multipla

Capitolo Cinque – COME USARE I CRISTALLI PER IL PRANIC HEALING CON I COLORI

  • Proiettare il prana colore con un Cristallo Laser
  • Tecnica del chakra di base – mano
  • Tecnica del chakra della gola – mano
  • Tecnica del chakra della Corona – mano
  • Come adoperare il prana colore
  • Quattro cose da evitare usando il prana colore

Capitolo Sei- COME ACCRESCER IL POTERE E DEL VOSTRO CRISTALLO

  • Caricare un cristallo attraverso la respirazione pratica
  • Caricate un cristallo con il prana del sole, dell’aria e della terra
  • Consacrazione: caricare e programmare i cristalli in una zona aperta

Parte 1 – Invocare l’aiuto dell’Essere Supremo
Parte 2 – Invocare |aiuto degli Esseri Superiori
Parte 3 – Caricare con il prana del sole, dell’aria e della terra
Parte 4 – Ricarica automatica
Parte 5 – Esprimere gratitudine
Parte 6 – Fine della consacrazione dei cristalli
Come adoperare i cristalli consacrati

Capitolo Sette – ULTERIORI INDICAZIONI SUL PRANIC HEALING CON I CRISTALLI

  • Pendolo di cristallo
  • Gioielli impregnazione psichica
  • Disposizione dei Cristalli consacrati
  • Procedimento per la disposizione dei cristalli consacrati
  • Proprietà dei cristalli colorati

Appendice Uno – Sensibilizzare le mani
Appendice Due – Fare lo scanning dell’aura interna

  • Procedimento per fare lo scanning dell’aura interna
  • Interpretare i risultati dello scanning
  • Fare lo scanning con le dita

Appendice Tre – Tecnica della guarigione divina miracolosa

Appendice Quattro – Corsi sulle scienze interiori del Maestro Choa Kok Sui

Appendice Cinque – Centri ed organizzazioni di Pranic Healing

Il Libro Magico di San Pantaleone – Evocazione agli Spiriti Benigni – Il Libro delle Sette Streghe

Il Libro Magico di San Pantaleone – Evocazione agli Spiriti Benigni – Il Libro delle Sette Streghe

ossia Tesoro di Novene, Tridui e Preghiere per ottenere la grazia di sapere con segni e parole ciò che si desidera e l’Aiuto degli Angeli e dei Santi in tutte le necessità della vita. Aggiuntovi Il Libro delle Sette Streghe. Raccolta di efficacissime Orazioni e Invocazioni per ottenere da questo Grande Santo la sua intercessione e assistenza a favore di una buona vincita al Lotto 1891.

Autore/i: Anonimo

Editore: Edizioni Rebis

ristampa integrale dell’introvabile edizione originale a cura e con introduzione di Pier Luca Pierini R.

pp. 128, Viareggio (LU)

Questo affascinante “Libro Magico” costituisce uno dei rari esempi di opere nelle quali “magia” e “religione” si fondono in un interessante ed efficace connubio. Un insolito intreccio che forse potrebbe lasciare perplesso qualche lettore di oggi, ma in realtà molto più comune e frequente di quanto si potrebbe immaginare se guardiamo al passato, e soprattutto ai secoli XIX e XVIII. In effetti, è in particolare dagli inizi dell’800 che notiamo uno sviluppo notevole di pubblicazioni in cui l’elemento magico, di antica e più recente memoria – sempre presente comunque, anche se mascherato, nelle trame di un tessuto culturale mai estintosi, così come nelle tradizioni popolari – si sovrappone o si coniuga alla componente religiosa di base, e/o viceversa.
Caratteristica di rilievo, che rende questo libro ancora più originale, è l’introduzione di alcune rarissime “preghiere speciali” e “invocazioni” – che ricordano molto da vicino nello stile e nel linguaggio la struttura di antichi scongiuri e incantesimi riconducibili ai classici grimoires – in forma dialettale, il che conferma la sicura origine italiana del testo. Per concludere la breve presentazione di questo prezioso e suggestivo volume ormai divenuto introvabile, che crediamo potrà suscitare l’attenzione e l’interesse di ogni appassionato del settore.

Il Simbolismo Astrologico – Pianeti, Segni dello Zodiaco, Case dell’Oroscopo, Aspetti, Stelle Fisse

Il Simbolismo Astrologico – Pianeti, Segni dello Zodiaco, Case dell’Oroscopo, Aspetti, Stelle Fisse

Oswald Wirth indaga nel linguaggio astrologico svelando alcuni messaggi sconosciuti. Opera essenziale per chi cerca nell’astrologia le verità spirituali insite nei simboli astrologici.

Autore/i: Wirth Oswald

Editore: Editrice Atanòr

prefazione e traduzione di Andrea Forte.

pp. 168, nn. illustrazioni b/n, Roma

L’Astrologia e le possibili influenze degli astri sulla vita umana, hanno da sempre suscitato interesse e curiosità.
L’autore, noto studioso di simbolismo e massoneria, in questo saggio affronta l’Astrologia in modo diverso dall’usuale: ne approfondisce la struttura e permette così di capire il significato dei segni astrologici e delle loro relazioni con le tradizioni mistiche ed esoteriche.
Il lettore potrà comprendere le intime ed antiche ragioni che permettono di collegare i segni astrologici con la vita e il destino umano. Ma nono solo: dopo aver compreso i significati astrologici l’autore permette di approfondire l’oroscopo e riferirlo così direttamente alla vita individuale.

Le Forze degli Elementi – Aria Acqua Terra Fuoco per Nutrire il Corpo e lo Spirito

Le Forze degli Elementi – Aria Acqua Terra Fuoco per Nutrire il Corpo e lo Spirito

Autore/i: La Barbera Maria Luisa

Editore: Casa Editrice Meb

introduzione dell’autrice.

pp. 160, Padova

Il rapporto che le forze naturali era per l’uomo di un tempo un rapporto con il divino, che realizzava cercando di dialogare con i suoi dei, che di quel potere che emanava dalla natura erano il tramite. Fuoco, Terra, Aria e Acqua vibrano anche nel nostro campo di coscienza e quanto piùpossiamo acquistare consapevolezza delle loro qualità in noi operanti, tanto più possiamo penetrare profondamente in quell’universo che è dentro fuori di noi. L’autrice si propone di trasmettere l’esperienza viva del rapporto profondo con le forze della natura, le cui vibrazioni energetiche permeano di sé ogni manifestazionedella vita e ogni nostra espressione personale.
I nostri “dèi” sono gli Archetipi, i grandi simboli dell’immaginario che rappresentano le forze divinizzate dalla natura e che hanno il potere di risvegliarle in noi perché nutrono i nostri pensieri, i sentimenti, le meditazioni, le aperture sul mondo spirituale. Il lavoro sugli Archetipi può consentire il recupero di quel sentimento di intima fusione che era radicato istintivamente nell’anima dell’uomo e da cui ci siamo sempre più separati.

Maria Luisa La Barbera
si è occupata per molti anni di astrologia, approfondendo in particolare la ricerca sugli Archetipi dello Zodiaco. Ha concluso studi di psicologia e ha completato l’iter di formazione biotransenergetica presso l’Istituto di Biotransenergetica di Milano. Conduce seminari di lavoro creativo con gli Archetipi secondo la visione biotrnsenergetica. Collaboratrice di riviste e periodici, è stata tra l’altro direttrice di Salve.

Visualizza indice

Introduzione

Capitolo 1: La tradizione dei Quattro Elementi: il risveglio della memoria

Capitolo 2: Gli Archetipi: Forme e Forze

  • Forze Elementali e Orixas
  • Gli Archetipi in noi
  • Forze risanatrici
  • Onorare gli dei

Capitolo 3: Fuoco, Terra, Aria, Acqua nello Zodiaco

  • L’astrologia dei Quattro Elementi
  • Lo Zodiaco
  • Il Fuoco dell’Ariete
  • La Terra del Toro
  • L’Aria dei Gemelli
  • L’Acqua del Cancro
  • Il Fuoco del Leone
  • La Terra della Vergine
  • L’Aria della Bilancia
  • L’Acqua dello Scorpione
  • Il Fuoco del Sagittario
  • La Terra del Capricorno
  • L’Aria dell’Acquario
  • L’Acqua dei Pesci

Capitolo 4: Lavorare con gli Archetipi

  • La Meditazione
  • Meditazione sugli Elementi
  • Meditazione sullo Zodiaco

Capitolo 5: Danzando con gli Elementi: frammenti, storie, fantasie

  • Luna Nuova
  • Vorrei, ma non voglio
  • Blowing In The Wind
  • Donna di Terra
  • Giochi d’Aria: canzone di lansà
  • Damasco (da una meditazione)
  • Iemanjà

Preservare la Memoria dopo la Morte – Il Cammino dell’Immortalità

Preservare la Memoria dopo la Morte – Il Cammino dell’Immortalità

Vangelo Esseno dell’Arcangelo Gabriele – Volume 22

Autore/i: Manitara Olivier

Editore: Edizioni Essenia

prefazione dell’autore, traduzione di Manuela Maestria.

pp. 328, Sussargues (Francia)

«Ogni essere venendo sulla terra è portatore di un messaggio, di un’opera, una missione. Lo scopo della vita di ogni essere che prende un corpo di manifestazione è compiere la sua missione e seminare la terra della Luce che porta dai mondi dell’origine.
Molti spiritualisti pensano che l’uomo venga sulla terra per punizione, per pagare un debito, regolare un problema, purgare un cattivo destino. Questo aspetto esiste ma all’origine, l’uomo viene sulla terra per pronunciare una parola di perfezione che permette a ogni forma di vita di entrare nel grande misterioso cammino dell’evoluzione.»

«Il Vangelo Esseno fa parte della rivelazione ininterrotta di una saggezza superiore per una nuova umanità in cammino.
Ogni epoca ha beneficiato di una illuminazione dello Spirito perché possa nascere una nuova coscienza e una nuova civiltà.
Il Vangelo Esseno s’iscrive così nella stirpe dei grandi testi sacri che sono meditati dai saggi per raggiungere lo scopo ultimo della vita.»

L’Eunuco Femmina – La Donna alla Ricerca dell’Identità Perduta

L’Eunuco Femmina – La Donna alla Ricerca dell’Identità Perduta

Titolo originale: THE FEMALE EUNUCH

Autore/i: Greer Germaine

Editore: Bompiani

traduzione di Alberto Govi e Silvia Stefani, in copertina: Rag Doll di Beth Von Hoesen.

pp. XXIII-380, Milano

La donna ha perso la sua identità umana e sessuale: è diventata un eunuco femmina. La sua qualità essenziale è l’essere castrata, perchè ha dovuto rinunciare alla conoscenza e alla gestione della sua sessualità, accettando la subordinazione di feticcio che l’uomo ha creato per lei, il feticcio dell’Eterno femminino. È la tesi con cui Germaine Greer, una laureata in filosofia di Melbourne, si impose all’attenzione generale nel 1970, anno in cui il movimento femminista americano e inglese arrivò al massimo sviluppo. Come dice la Greer stessa, L’Eunuco femmina è il risultato del movimento, scritto per il movimento anche nelle sue pagine di maggior polemica. La ripubblicazione nei Tascabili Bompiani di questo libro celebre, addirittura storico, offre quindi l’occasione per un ripensamento critico, per la ricapitolazione generale di quanto il Movement ha ottenuto e non ha ottenuto da allora a oggi e per tentare un esame di coscienza, una rassegna anche del femminismo di casa nostra.

Visualizza indice

L’Eunuco femmina: il tempo, la società
Riassunto

CORPO

  • Genere
  • Ossa
  • Curve
  • Capelli e peli
  • Sesso
  • L’utero maligno

ANIMA

  • Lo stereotipo
  • Energia
  • Bambina
  • Ragazzina
  • Pubertà
  • La fregatura psicologica
  • La materia prima
  • Potere femminile
  • Lavoro

AMORE

  • L’ideale
  • Altruismo
  • Egoismo
  • Ossessione
  • Romanticismo
  • L’oggetto della fantasia maschile
  • Il mito borghese dell’amore e del matrimonio
  • Famiglia
  • Sicurezza

ODIO

  • Ripugnanza e disgusto
  • Insulto
  • Infelicità
  • Risentimento
  • Ribellione

RIVOLUZIONE

  • Note
  • Il femminismo: la vita i libri

Leggende e Miti Vichinghi

Leggende e Miti Vichinghi

Titolo originale: Ynglinga saga Hà lfs saga ok Hà lfsrekka
traduzione dal norreno di Gianna Chiesa Isnardi, Saga degli Ynglingar di Snorri Sturluson, introduzione di Gianna Chiesa Isnardi, nota filologica e nota biografica di Gianna Chiesa Isnardi, Saga di Hà lfer e dei Hà lfsrekkar, introduzione e nota filologica di

Autore/i: Autori vari

Editore: Rusconi

traduzione dal norreno di G. Chiesa Isnardi, Saga degli Ynglingar di Snorri Sturluson, introduzione, nota filologica e nota biografica di G. Chiesa Isnardi, Saga di Hà lfer e dei Hà lfsrekkar, introduzione e nota filologica di G. Chiesa Isnardi.

pp. 264, pianta scandinavia 800-1200 d.C. come allegato, Milano

La mitologia scandinava è patrimonio comune di tutti i popoli del Grande Nord: Danesi, Norvegesi, Islandesi. Figure dominanti di questa epopea sono le divinità  di Odino e di Thorr. Gli eroi sono i Vichinghi, gli “uomini del fiordo”, che portarono in ogni parte d’Europa il rumore delle loro armi e la voce dei loro canti. Il volume Leggende e miti vichinghi raccoglie due narrazioni sugli straordinari eventi di sovrani, cavalieri e valchirie.
Gianna Chiesa Isnardi, filologa e studiosa di letteratura scandinava, ha scelto due testi fra i più significativi della narrazione tramandata in norreno, l’antichissima lingua degli Islandesi. La “Saga degli Ynglingar”, ispirata alla Storia, racconta le imprese dei re norvegesi che andarono alla ricerca degli dèi perduti e della loro dimora ultraterrena. La “Saga di Hà lfr  e dei Hà lfsrekkar” è invece interamente leggendaria. Ne è protagonista Hà lfr, il re vichingo tradito da un ospite malvagio.
Leggende e miti vichinghi rispecchia un affascinante mondo sospeso fra realtà  e invenzione poetica, una variegata società  dove si incontrano guerrieri, mercanti, colonizzatori, santi e pirati. I due racconti del volume sono perfetti esempi di un panorama culturale nel quale spicca la Edda di Snorri, la più famosa raccolta di canti e ballate che gli “aedi girovaghi” recitavano nelle corti. Composte prima dell’Anno Mille, in epoca ancora pagana, le due saghe raccolte in Leggende e miti vichinghi sono popolate da creature immaginarie – folletti, draghi, giganti, uccelli parlanti -, ognuna delle quali, a suo modo, trasfigura la realtà  di un mondo durissimo, al limite della sopravvivenza umana: un ambiente dominato dalle “lunghe notti”, dal ghiaccio, dal silenzio.

Visualizza indice

Saga degli Ynglingar

  • Introduzione
  • Nota filologica
  • Nota biografica
  • prologo

Saga degli Ynglingar

Saga di Hà lfr e dei Hà lfsrekkar

  • Introduzione
  • Nota filologica

Saga di Hà lfr e dei Hà lfrekkar

  • Bibliografia
  • Indice dei nomi

Il Sole e la Folgore – Autobiografia di un’Incarnazione

Il Sole e la Folgore – Autobiografia di un’Incarnazione

Autore/i: Om Oskraham; Halladhah Hanahit

Editore: ADEA Edizioni

prima ed unica edizione, presentazione degli autori.

pp. 669, nn. tavole a colori, Milano

Questo volume rappresenta la terza Opera dei due Maestri.
È un lavoro senza pari, che realmente può essere considerato del tutto privo di equivalenti, non solo paragonandolo alla letteratura esoterica di questo secolo; è l’incredibile specchio di quanto non è mai stato rivelato attorno ai Maestri e alla loro Venuta. Il lettore si troverà immerso in un viaggio senza tempo, attraverso pagine toccanti e straordinariamente dense; in esse gli Autori rivelano, parola per parola, i loro lunghi colloqui con i Grandi del passato, come Maria, Milarepa, il Maestro Gesù, Dogen, il Buddha… i pensieri di questi Esseri e le loro aspirazioni per l’umanità.

Il lettore non troverà unicamente descrizioni di montagne incantate e campestri magie, quali cornici delicate per la storia dei due Maestri, ma la dura e fredda realtà delle città moderne, con tutta la crudezza dell’attuale società occidentale. Ciò rende la presente Opera ancora più significativa per tutti… perché, lo sappiamo, questa realtà è per l’appunto il campo di battaglia di ognuno di noi.

Il testo è impreziosito dall’interessante e significativa voce fuori campo del Cantore, che rappresenta una narrazione nella narrazione. È, questa, una figura secondaria e rivelante nel contempo, un uomo a cui è stato affidato il compito di tessere le trame di ciò che ha osservato e compreso di Halladhah Hanabit e di Om Oskraham, dei loro Discepoli e del Movimento da Essi diretto.

Si tratta di un libro indefinibile, emozionante, sotto molti aspetti scioccante. È unico e irripetibile. Soprattutto, impossibile da presentare in poche righe; è un libro da leggere… per leggere la Vita.

Chi sono Om Okraham e Halladahah Hanahit? Da dove vengono? Come sono venuti in possesso di quelle incredibili Conoscenze che stanno scuotendo il mondo di tutti i ricercatori e degli studiosi di esoterismo e spiritualità? Qual è stato il loro percorso terreno? Cosa si cela dietro alle loro persone, gioiose e austere nel contempo?

Questi sono alcuni dei quesiti più frequentemente posti da quanti hanno letto i loro precedenti libri e da coloro che hanno voluto incontrarli di persona. Un noto esoterica e studioso delle religioni – parlando con l’editore – così si è espresso a proposito dei due Maestri: «Non mi sorprende affatto che questi personaggi suscitino tanto amore e ammirazione in alcuni e tanta resistenza e invidia in altri; come hanno potuto accumulare così tanta Conoscenza? Non vi è domanda per la quale non abbiano una risposta. Ma la cosa che più mi ha colpito è la loro naturalezza; affermano cose incredibili con la semplicità e l’allergia con cui noi possiamo esporre il resoconto delle nostre ultime vacanze. Non ho mai visto una simile sicurezza in una tale spontaneità».

Questo libro è il primo – e probabilmente anche l’ultimo – capace di rispondere alle mille domande poste da molte persone su questi Iniziati sorprendenti e unici. La casa editrice Idea ha ricevuto numerosissime lettere richiedenti informazioni su di loro, da tutte le regioni d’Italia e da molte città europee. Il Sole e la Fologore è la più esauriente risposta a ogni quesito possibile e impossibile sulla natura e sulla vita di Om Oskraham e Halladhah Hanahit. Non possiamo che esser loro grati per averlo scritto.

Visualizza indice
  1. Storia di un Libro
  2. Presentazione del Cantóre
  3. I Maestri
  4. La Scienza Sacra
  5. Hallahah Hanahit
  6. La Discesa nella Materia
  7. Al Yusuf Mohammed Rumi
  8. Il Regno Celato
  9. L’incontro con Halladhah Hanahit
  10. Om Oskraham e la terra dei vampitri
  11. Sui Grandi del passato
  12. Istituto per l’Evoluzione Armonica dell’Uomo
  13. Congedo del Cantóre
  14. Conclusione dei Maestri
  15. Dedicato al lettore
  16. Come iniziare la giornata
  17. Regole per rimanere desti
  18. Imparare ad imparare
  19. Proteggersi dalle influenze video
  20. Magnetizzazione del cibo
  21. A proposito del cibo
  22. A proposito del respiro
  23. Dritti di fronte alla vita

Lo Zohar Rivelato – Il Libro della Saggezza della Kabbalah

Lo Zohar Rivelato – Il Libro della Saggezza della Kabbalah

Titolo originale: Unlocking The Zohar

Autore/i: Laitman Michael

Editore: Urra

prefazione di Rav Raiah Kook, traduzione a cura del Centro Studi e Ricerche Ashlag di Roma.

pp. 342, Milano

Si legge nello Zohar (VaYera, 460): “Quando i giorni del Messia saranno vicini, anche i bambini scopriranno i segreti della saggezza”.
A questo scopo il più grande kabbalista del ventesimo secolo, Rav Yehuda Ashlag (1884-1954), meglio conosciuto come Baal HaSulam, ha aperto agli uomini di oggi una nuova strada verso la comprensione e il disvelamento dei segreti dello Zohar: egli scrisse il commentario Sulàm e quattro introduzioni allo Zohar per portarci alla conoscenza delle forze che governano le nostre vite e insegnarci a prendere il controllo del nostro destino.
Proseguendo la linea di Baal HaSulam, Michael Laitman, uno dei massimi kabbalisti viventi, invita a intraprendere, con il suo Lo Zohar rivelato, un viaggio meraviglioso verso un mondo più elevato. Con chiarezza e sapienza ci introduce alle rivelazioni dello Zohar e del commentario Sulàm. Sotto la sua guida, saremo aiutati a mettere a punto i nostri pensieri, per massimizzare il beneficio spirituale derivato dalla lettura dello Zohar.
Alle ampie parti dedicate a introdurre e spiegare il Libro e i doni di sapienza che contiene, fanno seguito sezioni altrettanto corpose che riportano la traduzione di estratti dell’Introduzione di Baal HaSulam e una ricca selezione di brani dello Zohar, restituiti e compilati per favorire una facile lettura e la comprensione di questo testo potente e misterioso.

Michael Laitman è uno dei più noti e autorevoli kabbalisti viventi. Fondatore dell’Istituto di Ricerca Ashlag [ARI], è stato allievo e assistente personale di Rav Baruch Ashlag, figlio di Baal HaSulam, e segue le orme del suo maestro, insegnando e diffondendo la saggezza della Kabbalah.
Nato nel 1946, ha conseguito la laurea in Filosofia presso l’Accademia delle Scienze di Mosca e, in seguito, una Specializzazione in Biocibernetica all’Università di San Pietroburgo e il titolo di professore in Ontologia e Teoria della Conoscenza. Nel 2005 e diventato membro del World Wisdom Council, organizzazione che riunisce scienziati e personalita pubbliche nello sforzo di risolvere i problemi globali della civilizzazione moderna. Ha pubblicato più di trenta libri, tradotti in dodici lingue, trai quali La Cabbala rivelata (Urra, 2010), Zohar (Urra, Classici, 2011) e La Kabbalah in tempi di crisi (Urra, 2012). È anche autore di numerosi articoli relativi alle connessioni tra Scienza e Kabbalah.

“Quando guardiamo il nostro mondo e quello che accade al suo interno, stiamo solamente osservando l’immagine esteriore. La saggezza della Kabbalah ci aiuta a vedere la profondità dell’immagine, la parte retrostante. Così iniziamo a comprendere il nesso tra le cose: perché accade tutto questo e come possiamo influenzare un certo elemento tramite un altro elemento.”

Il Libro dello Zohar (Libro della Luce) è uno dei testi più misteriosi e incompresi che mai siano stati scritti. Nel corso dei secoli ha suscitato riverenza, ammirazione e persino paura. Contiene infatti i segreti di tutta la Creazione, che fino a poco tempo fa erano però avvolti in una nuvola di mistero e di fraintendimenti.
Oggi, con la guida di Laitman, lo Zohar può rivelare apertamente la sua saggezza a tutto il mondo.

Visualizza indice

PARTE PRIMA – La saggezza dello Zohar

Capitolo 1 – Tempo di agire
Capitolo 2 – La Natura e noi
Capitolo 3 – Lo Zohar ritorna al popolo
Capitolo 4 – Una scala per lo Zohar

PARTE SECONDA – Il mondo fu creato per me

Capitolo 5 – La vera realtà
Capitolo 6 – Fuori è dentro
Capitolo 7 – Come un solo uomo in un solo cuore

PARTE TERZA – Apriamo lo Zohar

Capitolo 8 – Essere come il Creatore
Capitolo 9 – Il sistema “Rabbi Shimon”
Capitolo 10 – I Mondi Superiori
Capitolo 11 – L’esperienza della lettura dello Zohar

PARTE QUARTA – Dentro lo Zohar

Capitolo 12 – Riferimenti scelti in elogio allo Zohar
Capitolo 13 – Introduzione di Baal HaSulam
Capitolo 14 – Zohar per tutti, estratti selezionati

Le Maschere dell’Universo – L’Immagine del Cosmo dalle Origini dell’Umanità alle più Recenti Scoperte Scientifiche

Le Maschere dell’Universo – L’Immagine del Cosmo dalle Origini dell’Umanità alle più Recenti Scoperte Scientifiche

Titolo originale: Masks of the Universe

Autore/i: Harrison Edward

Editore: Rizzoli

prima edizione, prefazione dell’autore, traduzione di Giorgio P. Panini.

pp. 400, nn. illustrazioni b/n, Milano

L’universo magico
L’universo mitico
L’universo geometrico
L’universo medioevale
L’universo infinito
L’universo meccanicistico
Danza d’atomi e di onde
Un intreccio di spazio e tempo
Le onde del cosmo
La nube della non-conoscenza
La dotta ignoranza

Qual è l’origine dell’universo? Quale sarà il suo destino? Esiste un ordine che regola il suo divenire?
Dagli albori dell’umanità ai giorni nostri, dalle ingenue congetture dei nostri antenati sulle forze naturali alle affascinanti ipotesi dei moderni astrofisici sullo spazio-tempo, l’uomo ha cercato di rispondere a questi interrogativi, costruendo un’immagine coerente del cosmo.à ha elaborato la propria concezione del mondo, nel tentativo di interpretare l’universo e le leggi che lo governano, utilizzando un insieme di convinzioni, credenze e procedimenti logici relativamente omogenei.
Queste differenti cosmologie vengono esplorate da Edward Harrison in una affascinante cavalcata attraverso le mille eta dell’uomo.
In un percorso illuminante e suggestivo, scintillante di dati, idee e intuizioni, Le maschere dell’universo ci fa rivivere le tappe fondamentali di un lungo cammino: esploriamo il mondo cosi come emerge dalle credenze magiche e dai miti creati nella preistoria; ci confrontiamo con le speculazioni dei primi filosofi; ci lasciamo affascinare dalla complessa cosmologia dantesca e da quelle rinascimentali; percorriamo l’universo meccanicistico di Galilei e Newton e approdiamo infine alle intuizioni della teoria relativistica e della fisica quantistica, per ricomporre, alla fine del viaggio, l’immagine dell’universo proposta dalle più recenti teorie scientifiche, tra big bang e buchi neri.
Ma oggi la scienza ha raggiunto anche una nuova consapevolezza – e in questo caso il riferimento va alle riflessioni di Popper e Minkowski: nessuna di queste visioni del mondo coglie mai l’essenza dell’Universo, anche se ciascuna di esse illumina, più o meno in profondità, la realtà incommensurabile, complessa e meravigliosa che ci circonda. Perchè, come suggerisce Harrison, ognuna di queste immagini «non è altro che una maschera che si adatta sul volto dell’Universo, destinato a rimanere per sempre sconosciuto».

Edward Harrison insegna Fisica e Astronomia all’Università del Massachusetts. I suoi interessi sono prevalentemente rivolti ai problemi della cosmologia, cui ha dedicato il volume Cosmology: The Science of the Universe.

Visualizza indice

Prefazione

Presentazione delle maschere

PARTE PRIMA – COSTRUZIONE DI MONDI

  • L’universo magico
  • L’universo mitico.
  • L’universo geometrico
  • L’universo medioevale
  • L’universo infinito
  • L’universo meccanicistico

PARTE SECONDA – IL CUORE DIVINO

  • Danza d’atomi e di onde
  • Un intreccio di spazio e tempo
  • Simile al desiderio del cuore
  • Le onde del cosmo
  • I sogni possono avverarsi?

PARTE TERZA – LA NUBE DELLA NON-CONOSCENZA

  • L’universo delle streghe
  • La lancia di Archita
  • Tutto cid che esiste
  • La nube della non-conoscenza
  • La dotta ignoranza

Bibliografia

Indice analitico

Vetri dei Cesari

Vetri dei Cesari

Musei Capitolini, 1988, Roma

Autore/i: Harden Donald B.; Hellenkemper Hansgerd; Painter Kenneth; Whitehouse David

Editore: Olivetti

introduzione di Harden Donald B., fotografie di Mario Carrieri, traduzione di Lucia Pirzio Biroli Stefanelli.

pp. XV-312, interamente e riccamente illustrato a colori, Milano

Il catalogo si articola in due parti. La prima comprende i vetri completamente o prevalentemente colati a Stampo, intagliati al tornio e levigati, ed è suddivisa in due gruppi: il gruppo principale (A) include il vasellame colato, intagliato al tornio, molato e/o levigato, alcune piccole sculture, tutte colate, e i frammenti di tre pannelli parietali in mosaico o opus sectile; il secondo (B) comprende solo vetri cammeo che per maggior chiarezza si è preferito trattare separatamente.
La seconda parte comprende i vetri totalmente o parzialmente eseguiti con la nuova tecnica della soffiatura ed è suddivisa in otto gruppi (C-K) a seconda delle diverse tecniche decorative impiegate. È dunque l’innovazione apportata all’industria vetraria dalla soffiatura che determina una netta divisione tra i vetri della prima parte e quelli della seconda. La soffiatura compare, ma solo in forma rudimentale, in alcuni oggetti della prima parte, mentre è predominante nella seconda, ad esclusione degli oggetti per i quali non è utilizzabile.

L’Orecchio e la Vita – Una Ricerca su Ascolto, Linguaggio e Comunicazione

L’Orecchio e la Vita – Una Ricerca su Ascolto, Linguaggio e Comunicazione

Autore/i: Tomatis Alfred

Editore: Xenia Edizioni

prefazione di Concetto Campo, traduzione di Isabella Campo.

pp. 416, illustrazioni b/n, Como

Appassionante autobiografia intellettuale di uno scienziato di singolare talento, questo libro offre pagine che non si dimenticano e getta il seme di una riflessione che, indagando sulla natura fisica dell’uomo, si spinge fino ai confini della filosofia, della psicologia e della linguistica.
Ricomponendo l’universo sonoro, Alfred Tomatis ha fatto scoperte essenziali che hanno segnato le tappe della sua carriera, suscitando polemiche e critiche, ma anche imponendo la realtà dei risultati ottenuti.
L’orecchio e l’ascolto sono centrali nei nostri percorsi di apprendimento e di crescita, nel nostro relazionarsi e incontrarsi. Un buon udito e una capacità di ascolto allenata non servono solo per apprezzare la musica, sono fondamentali per ascoltare qualsiasi suono e qualsiasi linguaggio e così… vivere.
Un testo miliare della musicoterapia, sulla capcità dei suoni di migliorare la salute e la qualità della vita. Il ruolo centrale dell’orecchio nella vita. Ecco come conoscerlo e allenarlo.

Alfred A. Tomatis (1920-2001), medico, specialista in otorinolaringoiatria, ha creato una nuova e rivoluzionaria teoria sull’udito e la comunicazione. Il suo metodo per la riabilitazione dell’ascolto viene utilizzato in centinaia di centri di ricerca e di cura presenti in tutto il mondo. Tra i suoi pazienti: Maria Callas, Romy Schneider, il pittore Hartung e Gerard Depardieu. Disponibili in italiano: Dalla comunicazione intrauterina al linguaggio umano, L’orecchio e il linguaggio, Perché Mozart?, Nove mesi in paradiso, Vertigini, Le difficolta scolastiche, Ascoltare l’Universo, Siamo tutti nati poliglotti.

Visualizza indice

L’orecchio e la vita

  • Cap. I – Un paio di scarpe gialle
  • Cap. II – Solo a Neully
  • Cap. III – La felice sordità di Enrico Caruso
  • Cap. IV – Una geograFia acustica
  • Cap. V – Ho detto straaaaaano
  • Cap. VI – Il parto sonoro
  • Cap. VII – Destro fino alla sinistra
  • Cap. VIII – Pesi e misure
  • Cap. IX – La morte non esiste

Nuove esperienze (1976-1989)

  • Cap. I – L’epopea canadese
  • Cap. II – II ritorno all’ovile
  • Cap. III – Saint-Yves
  • Cap. IV – La fortuna di invecchiare

Il Serpente di Luce – Oltre il 2012

Il Serpente di Luce – Oltre il 2012

Il Movimento della Kundalini della Terra e il Risveglio della Luce Femminile

Autore/i: Melchizedek Drunvalo

Editore: Macro Edizioni

introduzione dell’autore, traduzione di Nicoletta Cherubini, revisione di Mario Manzana.

pp. 320, nn. illustrazioni b/n, Diegaro di Cesena

“Solo la Madre Terra e gli Antichi Maya sanno cosa sta per accadere”.

Ogni 13.000 anni sulla Terra ha luogo un evento sacro e segreto che provoca un mutamento globale, un avvenimento che modifica letteralmente il corso della storia. Oggi questo raro evento è in corso, ma solo in pochi ne sono al corrente. Già da tempo la Terra ha cominciato quella trasformazione che porterà a un mondo nuovo: la sua energia Kundalini ha completato il proprio movimento e ha ormai raggiunto la sua nuova sede tra le montagne andine, da dove distribuirà energia su tutto il pianeta per i prossimi 13.000 anni.
Drunvalo Melchizedek, in questo nuovo illuminante libro, ci racconta i retroscena esoterici di questi ultimi 30 anni, durante i quali è stato preparato l’avvento di un nuovo ciclo della coscienza umana e della Terra.
Egli è stato protagonista in prima persona dei riti e delle celebrazioni che si sono tenuti in tutto il mondo per rendere adatta la struttura energetica del pianeta a ricevere le energie del nuovo ciclo, quello che sarà completamente iniziato quando si avvererà la profezia dei Maya conosciuta come la “Fine dei Tempi”. I viaggi e i riti – con l’impiego dei cristalli sepolti in luoghi sacri – che lo hanno visto protagonista, vengono descritti in queste pagine con il ritmo incalzante di un romanzo, capace di toccarci in profondità e di risvegliare il nostro cuore.
L’autore racconta, con dovizia di particolari, gli incredibili avvenimenti che gli hanno consentito di conoscere a fondo le più grandi e spirituali culture del passato, come quella dei Maya e degli aborigeni Waitaha, e come sia stato chiamato a svolgere alcuni rituali nei luoghi più sacri e segreti del pianeta al fine di aiutare alcuni popoli a rimediare agli errori del passato e permettere così alla “Griglia di Coscienza dell’Unità” di essere integrata e bilanciata.
Un libro di grande speranza che illumina un futuro che molti vorrebbero tetro e terribile.
Dalle parole di Drunvalo emerge quella nuova Età dell’Oro da molti profetizzata come il tempo in cui prevarrà il Cuore sulla Mente, e nella quale l’umanità si riunirà con i Fratelli dell’universo in armonia e pace!

Drunvalo Melchizedek è uno straordinario ricercatore spirituale, un viaggiatore inter­nazionale, un ambasciatore di molti popoli indigeni che hanno conoscenze da condi­videre per il bene del pianeta. Ha svolto in vari paesi del mondo laboratori, seminari e conferenze sulla geometria sacra, i campì energetici umani, la spiritualità e la medita­zione. Per più di tre decenni Drunvalo Melchizedek ha consegnato al mondo la sua vasta visione attraverso il Programma del Fiore della Vita e la meditazione Mer-Ka-Ba.
È autore di tre libri: L’antico segreto del Fiore della Vita, Parte Prima e Parte Seconda, e Scopri lo spazio sacro dentro il tuo cuore, tutti editi da Macro Edizioni.

Una Devozione Farnesiana – La Madonna della Quercia

Una Devozione Farnesiana – La Madonna della Quercia

Autore/i: Fornari Carlo

Editore: Primaprint Editori

presentazione e introduzione dell’autore.

pp. 112, 22 tavv. a colori f.t., Viterbo

La storiografia ci ha abituato a considerare i Farnese una dinastia di uomini abilissimi e coraggiosi: duchi, cardinali, condottieri, ove non addirittura di capitani di ventura.
Guelfi di razza purissima, votati alla causa pontificia in pace ed in guerra, essi come capi di stato hanno influenzato la scena politica e diplomatica europea, forti di tutti gli strumenti civili e religiosi disponibili: come soldati si sono battuti con valore ponendo la spada al servizio della giustizia e della fede: come mecenati hanno saputo mantenere al loro servizio i geni del progresso letterario, artistico, scientifico, ed organizzare feste che ancor oggi stupiscono immondo…
Parallelamente a questa immagine, il libro di Carlo Fornari fornisce ora una nuova dimensione dei Farnese, assolutamente inedita: quella delle persone comuni, animate da una religiosità intima, familiare, esclusiva: della gente che si sente piccola ed inerme di fronte alle difficoltà della vita, al dolore, alla morte.
Così, accanto ai duchi spavaldi, superstiziosi, gaudenti, emergono gli uomini che tremano per un malanno, che dubitano delle proprie forze, che si abbandonano ad un’atto di sincera devozione: accanto ai cardinali che amministrano con indiscussa autorevolezza le cose della morale e della fede, si scoprono gli uomini supplichevoli ed incerti che si inchinano come bimbi ai piedi della Madonna, mentre le belle donne e le famose cortigiane si dimostrano timorate e pie, desiderose solo di vivere in pace con sé stesse e con Dio…
Il tramonto di un mito? Assolutamente no: solo una visione della storia più moderna, decisamente al di fuori degli schemi tradizionali, come l’Autore ci ha da qualche tempo abituati.
Così, l’intera saga dei Frnese ci appare più realistica: i suoi protagonisti più umani, gli obiettivi che hanno conseguito più meritati perché costati timori, lacrime e sangue.
Tutto sommato, questo libro è un mezzo per conoscere meglio i Farnese: un motivo di più per comprendere ed amare una dinastia che è stata per lungo tempo una protagonista di rilievo della nostra storia.

Carlo Fornari è nato a Parma dove ha compiuto gli studi. Laureato in Economia e Commercio, ha intrapreso giovanissimo una brillante carriera manageriale che lo ha portato al vertice di importanti gruppi industriali. Questa attività non gli ha impedito di curare gli studi storici, che lo hanno portato ad approfondire i personaggio e le vicende della famiglia Farnese.
Fra le sue opere recenti si possono ricordare Frati, antipapi ed eretici parmensi (Silvia Editore 1994) e Giulia Farnese, una donna schiava della propria bellezza (Silvia Editore 1995) realizzato dopo studi e ricerche condotte nel Viterbese.

Visualizza indice

Presentazione di S.E. Mons. Fiorino Tagliaferri (Vescovo di Viterbo)
Introduzione

  1. Origine e significato di una devozione
  2. La Sacra Tegola e Giulia Farnese
  3. I Farnese ai piedi della Quercia
  4. L’Ordine dei Cavalieri del Giglio:
  5. una iniziativa fra politica ed esoterismo
  6. La Madonna della Tegola
  7. messaggera di fede
  8. Una considerazione finale
  9. Indice delle illustrazioni

Quello che Ogni Uomo Dovrebbe Sapere sulla Paternità

Quello che Ogni Uomo Dovrebbe Sapere sulla Paternità

Titolo originale: What Every Man Should Know About Being a Dad

Autore/i: Cohen David

Editore: Ponte alle Grazie

traduzione di Sabrina Placidi.

pp. 320, Milano

Quando diventerete padri, senza volerlo vi troverete a: Piangere, Piangere dalle risate, Piangere di gioia, Piangere per la paura.

«Non vergognatevi se la vostra compagna vi scopre a leggere questo libro fresco, spiritoso e carico di umanità. Anzi, fatelo leggere anche a lei, le piacerà!»
(The Irish Times)

«Un giusto mix di intuizioni psicologiche, dati scientifici e consigli pratici, raccontati in tono rilassato e divertente. Ci sono così pochi libri interessanti sui padri!»
(Kevin, padre di due gemelli di 5 anni)

«Questo libro mi ha dato la fiducia nei miei giudizi e la possibilità di godermi la paternità».
(Chad, padre di Annabel, 11 mesi)

«Pieno di osservazioni personali e pensieri stimolanti, questo libro mi ha permesso di sviluppare una riflessione interiore su come essere il miglior padre possibile».
(Simon, padre di Ephraim, 20 mesi)

Tanto abbondano i libri sulla maternità – Osservata, spiegata, analizzata in ogni suo aspetto è prospettiva -, tanto scarseggiano quelli sulla paternità. Ma che cosa significa per un uomo l’arrivo di un figlio? Perché se é vero che, al giorno d’oggi, i padri sono molto più consapevoli del proprio ruolo, e desiderano contribuire all’educazione e allo sviluppo del proprio bambino, le incertezze e la paura di non essere all’altezza sono sempre le stesse è necessitano più che mai di una risposta adeguata. Consapevole di questo – in quanto psicologo e in quanto padre – David Cohen si rivolge direttamente ai papà, deciso a offrire una guida per orientarsi lungo il difficile cammino che li attende. Dal concepimento alla vita adulta, si prodiga in consigli, condivide emozioni e suggerisce comportamenti per affrontare una delle esperienze più significative nella vita di un uomo, con la chiarezza degna di un manuale e il brio e la vivacità di un memoir ricco di aneddoti personali e di umorismo.

David Cohen è psicologo, padre e patrigno. Ha fondato e diretto per anni la rivista inglese Psychology News, poi diventata casa di produzione televisiva, e nei paesi anglosassoni e noto anche per i suoi libri divulgativi di psicologia evolutiva.

Visualizza indice

1. Gioia

2. Checchè ne dicano gli psicologi, il papa non è un optional

3. I papà hanno una storia

4. Per un uomo, l’unica vera forma di immortalità

5. Essere presenti al parto

6. Amore a primo vagito

7. Genitori sotto stress

8. Il neonato non è uno stupido

9. Il processo di sviluppo della mente del neonato… e eterno dubbio: natura o cultura?

10. Sesso e personalità

11. Il cervello del bambino

12. Bugie, giochi e fantasia: ma com’è : che i bambini non sono bravi a dire bugie?

13. Il sesso e i bambini

14. Disciplina: arte e furbizia

15. La scuola

16. Vita in famiglia in versione moderna: la famiglia ricostituita

17. E possibile leggere nella mente dei teenager?

18. Stress e problemi psichici

19. Il peggio che si possa immaginare: depressione, tentativi di suicidio, suicidio

20. I bambini scaltri costano un sacco di soldi

21. Chi è il bambino?

Ringraziamenti
Bibliografia

Risorgimento e Religione

Risorgimento e Religione

Autore/i: Cardia Carlo

Editore: G. Giappichelli Editore

prima edizione, in copertina: T. Van Elven, Inaugurazione del Parlamento a Palazzo Madama nel 1860.

pp. 228, Torino

Il rapporto tra Risorgimento e religione è più complesso di quanto dicano le interpretazioni tradizionali, mai sottoposte a revisione, ed è utile tornare a riflettere sulla moderazione con cui l’Italia gestisce il conflitto con la Chiesa, a differenza di altri Paesi dove lo scontro diviene guerra di religione, aspra e senza confini. La Destra storica ammoderna il Piemonte e l’Italia, introduce la libertà e l’eguaglianza religiosa, la laicità dello Stato, cede ad asprezze e ingiustizie, ma non recide mai il cordone ombelicale con la tradizione cattolica. D’altra parte i cattolici partecipano intensamente all’impegno per l’Unità d’Italia, quando sono colpiti dalla legislazione eversiva protestano ma obbediscono alle leggi, chiedono di cambiarle, agiscono nel nuovo ordine nazionale. In alcuni momenti un inchiostro simpatico scrive dei sottili, e formidabili, compromessi utili alle due sponde del Tevere per evitare la guerra, preparare nuove relazioni nei tempi storici giusti. Un conflitto speciale, tra il 1870 e il 1929, riguarda la “questione romana”, che chiede di conciliare il diritto storico dell’Italia a Roma capitale con il diritto del papa ad una sovranità che assicuri piena libertà per la sua missione. Nell’Ottocento prevalgono i limiti degli interlocutori. Il papa identifica il proprio diritto con il principato formatosi nella storia, non vede che questo può rimpicciolire facendo ingigantire la sua figura. I liberali sottovalutano il ruolo universale della Chiesa, temono che il Vaticano offuschi il Quirinale, declassano l’uno per esaltare l’altro. Con il tempo ci si accorge che il Vaticano aggiunge luce al Quirinale e all’Italia, li illumina con la sua universalità, ed il Quirinale può assicurare al papa una amicizia essenziale agli occhi del mondo. Per questa ragione, Roma cattolica e Roma italiana si riscoprono complementari, il cammino dell’Italia dall’Ottocento alla Costituzione democratica porta ad elaborare un sistema di amicizia con la Chiesa, di affermazione dei diritti di libertà, di una laicità accogliente verso tutte le religioni, che resta il nostro vanto in Europa e in Occidente.

Carlo Cardia, professore di Diritto ecclesiastico all’Università di Roma Tre, ha insegnato Diritto canonico e Filosofia del diritto. Ha partecipato alla riforma del Concordato tra Italia e Santa Sede negli anni 1976-1984, è stato coautore della legislazione ecclesiastica italiana in qualità di membro delle diverse Commissioni governative. Ha presieduto nel 2006-2008 il Comitato scientifico che ha redatto la Carta dei valori della cittadinanza e l’integrazione, approvata dal Ministro Giuliano Amato.
Tra i principali scritti: Ateismo e libertà religiosa (Bari 1973); La Riforma del Concordato (Torino 1980); Il Governo della Chiesa (Bologna 1984); Stato e confessioni religiose (Bologna 1988); Manuale di diritto ecclesiastico (1996-2004); Ordinamenti religiosi e ordinamenti dello Stato (Bologna 2003); Principi di diritto ecclesiastico. Tradizione europea, legislazione italiana (Torino 2003-2005); Le sfide della laicità. Etica, multiculturalismo, Islam (Cinisello Balsamo 2007); La Chiesa tra Storia e diritto (Torino 2010), Identità religiosa e culturale europea. La questione del Crocifisso (Roma 2010, Mosca 2011).

Visualizza indice

INTRODUZIONE

CAPITOLO PRIMO – INTRODUZIONE AL RISORGIMENTO

  1. Risorgimento amato e contestato
  2. Rimpianti e recriminazioni
  3. Una storia più dolce
  4. Universalismo e pluralità dell’identità italiana
  5. I poeti della Nazione, la Nazione dei poeti
  6. Religione trasfigurata
  7. Pregiudizi e stereotipi. Il clima e la religione
  8. Spirito guerriero. Il popolo romano
  9. Risorgimento che unisce e divide

CAPITOLO SECONDO – UNITÀ D’ITALIA E CHIESA CATTOLICA

  1. Sogno guelfo e cattolici liberali
  2. Il mito di Pio IX. La guerra del 1848
  3. Le delusioni di Pio IX e la guerra persa
  4. La Repubblica Romana del 1849. Fine del sogno guelfo
  5. Guida sabauda e modernizzazione del Piemonte. Vittorio Emanuele II, Cavour, Garibaldi
  6. Libertà ed eguaglianza religiosa dei cittadini
  7. L’inasprimento della legislazione ecclesiastica
  8. Guerra del 1859 e primi plebisciti. Smembramento dello Stato pontificio
  9. Spedizione dei mille. Clero amico e ostile
  10. L’Unità d’Italia del 1861
  11. Il volto aspro del separatismo
  12. Reazioni della Chiesa. Censure e universalismo
  13. Segue. Partecipazione e legittimismo
  14. Lungimiranza della Destra storica. Autonomia della Chiesa, rifiuto delle tendenze francesizzanti
  15. Insegnamento religioso nella scuola pubblica e altre riforme moderate
  16. Sacro e profano si cercano, si respingono, si inseguono
  17. Dopo il 1870. Giurisdizionalismo laicista, moderazione sostanziale
  18. Libertà e pluralismo religioso. Ebrei e protestanti.
  19. La parabola dell’enigma protestante
  20. Il tentativo di una religione civile
  21. Riorganizzazione della Chiesa nell’Italia laicista

CAPITOLO TERZO – LA QUESTIONE ROMANA

  1. Progetti ideali e conflitti reali
  2. Fine del potere temporale. Precedenti storici
  3. Cavour e la Questione Romana. Fine dello Stato pontificio
  4. Le Guarentigie del 1871. Promesse mantenute e non
  5. La Questione Romana dal 1870 al 1929
  6. Trattato del Laterano del 1929. Legittimazione internazionale della Santa Sede
  7. Dilatazione del ruolo universale del Papa
  8. Nuova amicizia tra Italia e Santa Sede

INDICE DEI NOMI

Guida alla Beat Generation

Guida alla Beat Generation

Kerouac e il rinascimento interrotto

Autore/i: Bevilacqua Emanuela

Editore: Cooper

introduzione dell’autore, collana: The Cooper Files.

pp. 240, Roma

Non si diventa re dei Beat per caso. Jack Kerouac è un grande scrittore, nonostante sia diventato famoso per il suo libro più brutto, On the Road.
Lui e i suoi amici Beat, Ginsberg, Cassady, Corso, Burroughs, hanno segnato un’epoca con le loro invenzioni, le loro pazzie, i loro libri. Hanno soprattutto lanciato una promessa di libertà e giustizia che è arrivata fino a noi. Con questo libro abbiamo voluto fornire una lista di attrezzi e balocchi Beat. Un catalogo dei sogni possibili. Sarà il lettore a decidere cosa vorrà portarsi dietro nel suo viaggio reale o virtuale.

…Lì c’è una Chevy del ’36 con il motore acceso, Jack e Neal stanno parlando e parlando, dietro c’è posto. Si parte…

Emanuela Bevilacqua vive e lavora a Roma. Tra i suoi volumi, Beat & Be bop. Jack Kerouac, la musica e le parole della Beat Generation, Album Beat. La generazione di Kerouac, La biblioteca di Fort Knox e il romanzo L’estate di Jul.

Visualizza indice

Non si diventa re dei Beat per caso

Una generazione Beata e Battuta

  • Una stagione all’inferno
  • Il nome della Generazione

Sulla strada, nei club

  • La strada
  • Jack & Neal

Mister Kerouac va On the Road

  • Ti-Jean de Kerouac
  • Personal haiku
  • On the Road
  • Stile Kerouac
  • Pillole Beat
  • Lo scaffale di Kerouac
  • DJ Jack
  • 10 panini e un paio di dollari
  • Colorado
  • California

Eroi Beat

  • WW, il nonno dei Beat
  • Henry Miller, il padre
  • Allen Ginsberg, il leader
  • Parla Ginsberg
  • Gregory Corso, il poeta
  • Lawrence Ferlinghetti, l’editore
  • William Burroughs, il trasformista
  • Il cut-up di Burroughs
  • I Fugs
  • Bob Dylan
  • Uomini dai molti nomi

Beat Memo

  • Le foto di Allen Ginsberg
  • Le foto di Fred McDarrah
  • Il calendario Beat, memorie & ricorrenze
  • Le pagine gialle del Beat

Luoghi

  • A Lowell, cioè a casa
  • San Francisco

Comportamenti

  • Da Beat a Beatnik
  • Hipster, un pò Beat e un pò no
  • Fenomenologia del Beat quotidiano
  • Lavoro Beat
  • Scuola Beat
  • Lo Zen e l’arte della manutenzione del Beat
  • A letto con Jack

Musica

  • Beat & Jazz
  • Beat’n’Rock

I film

  • Gioventù bruciata
  • Easy rider, la fine del Beat

Bibliografie

  • Bibliografia del Beat
  • Bibliografia di Jack Kerouac
  • Bibliografia in Italia
  • Biografie e saggi su Jack Kerouac
  • Libri fotografici
  • Contatti