Libreria Editrice OssidianeLibreria Editrice Ossidiane

La Nuova Longevità

La Nuova Longevità

Le scoperte della medicina per prolungare e migliorare la nostra vita

Autore/i: Vergani Carlo

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

prima edizione, intervista di Manuela Grassi, premessa dell’autore.

pp. 234, Milano

Il sogno segreto degli uomini, l’immortalità, non sembra destinato a realizzarsi che nella prospettiva della fede. Ma il prolungamento, in condizioni migliori, della vita media è una delle realtà più rivoluzionarie del nostro tempo.
Alla «nuova longevità» e alle sue incalcolabili conseguenze sul piano individuale e collettivo è dedicata questa appassionante, lucida, documentata investigazione di Carlo Vergani, che vi mette a frutto le sue ricerche di valore internazionale e la sua vasta esperienza di clinico e di promotore di importanti iniziative medico-sociali.
Il tema viene affrontato, con un linguaggio chiaro e preciso, negli aspetti essenziali, da quello biologico a quello preventivo e curativo, da quello economico a quello esistenziale.
Anziché considerare l’invecchiamento come una menomazione, valutata secondo criteri applicabili ad altre età, Vergani tende a coglierne la fisiologia, spesso danneggiata da interventi terapeutici inopportuni. E mostra come il declino di certe attività funzionali possa accompagnarsi a nuovi equilibri e a prestazioni di qualità imprevedibile. Senza indulgere a facili ottimismi, Vergani apre un orizzonte straordinariamente ampio di dati aggiornati e di sintesi illuminanti, fornendo un orientamento prezioso anche per i medici, gli operatori sociali, i politici, che devono e dovranno effettuare scelte decisive e talora drammatiche nella destinazione delle risorse.
Alle domande stimolanti di Manuela Grassi, ora immediate ora meditate, Vergani risponde vivificando il quadro con esempi e testimonianze personali e svelando una coscienza insieme scientifica, sociale ed etica del problema: e offre una guida indispensabile a chiunque voglia avvicinare, con una consapevolezza serena e costruttiva, un tema che riguarda, indistintamente, ognuno di noi.

Carlo Vergani è ordinario di Medicina interna. Dirige la scuola di specializzazione in Geriatria presso l’Università degli studi di Milano e l’unità operativa di geriatria dell’Ospedale maggiore. Fa parte del Consiglio superiore di sanità ed è membro della Gerontological Society of America. Affermatosi per le sue ricerche nel campo dell’aterosclerosi e delle lipoproteine, ha trascorso un periodo di studio al Medical Center di San Francisco, Università della California. Nel 1981 ha descritto la ipoalfalipoproteinemia familiare, una nuova sindrome clinica. E autore di numerose e importanti pubblicazioni di biologia molecolare sul processo dell’invecchiamento.

Manuela Grassi, giornalista, è inviata di «Panorama», per il quale si occupa di cultura e attualità.

Anatomia della Distruttività Umana

Anatomia della Distruttività Umana

Autore/i: Fromm Erich

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

prefazione dell’autore, traduzione di Silvia Stefani.

pp. 656, Milano

Uno dei più grandi maeStri contemporanei di scienze umane svolge in questo libro un’indagine globale, dall’età primitiva a oggi, sulle tendenze dell‘uomo alla violenza distruttiva. Attraverso un’analisi, che‘ tiene conto delle scoperte sull’aggressione accumulate dagli studi di neurofisiologia, antropologia, psicologia animale, paleontologia, Fromm si propone di liberare il concetto di «distruttività» da quei fondamenti [vuoi naturali vuoi sociali] che le principali scuole psicologiche contemporanee ritengono assoluti e mostrare, invece, come Vi siano fatti culturali, convenzionali, politici, e più genericamente storico sociali a condizionare i cosiddetti «istinti sadici» dell’uomo.
Le pulsioni a controllare, sottomettere, torturare; il sadismo, la necrofilia, la guerra; le molteplici sembianze in cui si manifestano le tendenze distruttive dell‘uomo: sono questi, in ultima analisi, i temi fondamentali di Anatomia della distruttività umana, dove l’appassionata polemica scientifica si alterna a illuminanti esemplificazioni fra cui spiccano suggestivi profili di personaggi assurti a valore di simboli, come Hitler e Stalin. Punto di riferimento in un dibattito di stringente attualità, quest’opera è una guida a comprendere le radici, gli autentici caratteri e gli antidoti delle crisi di violenza che stravolgono le società contemporanee.

Erich Fromm è nato nel 1900 a Francoforte, dove con Adorno.
Horkheimer, Marcuse e altri ha lavorato nell’ambito del famoso Institut für Sozialforschung. Vive negli Stati Uniti dal 1934, ha insegnato alla Columbia e alla Yale University. E uno dei maestri della psicoanalisi. Tra le sue opere più famose tradotte in italiano: Psicoanalisi della società contemporanea, Fuga della libertà. L’arte di amare, Marx e Freud. In edizione Mondadori: La crisi della psicoanalisi (1971), Avere o essere? (1977).

Glosse a Heidegger

Glosse a Heidegger

Autore/i: Husserl Edmund

Editore: Editoriale Jaca Book

traduzione, saggio introduttivo e cura di Corrado Sinigaglia.

pp. 128, Milano

L’8 aprile del 1926, in occasione del suo sessantasettesimo compleanno, Edmund Husserl riceve dalle mani di Martin Heidegger un rotolo ornato da fiori contenente la dedica di Essere e tempo: «A Edmund Husserl con ammirazione e amicizia». Ma è solo tre anni più tardi che Husserl si volge a uno studio approfondito dell’opera heideggeriana nell’intento di giungere a una resa dei conti «spassionata» col più geniale ed eretico degli allievi.
È la rottura definitiva, e queste note a Essere e tempo e a Kant e il problema della metafisica ne costituiscono il documento più ricco e significativo.
Eppure, proprio il gioco di botta e risposta tra il testo heideggeriano e la glossa husserliana offre al lettore un’apertura inedita da cui riconsiderare quella prossimità tra la fenomenologia di Husserl e l’ermeneutica di Heidegger, che sola ne rivela al contempo l’autentica lontananza.

Corrado Sinigsglia Nato a Milano nel 1966, si è laureato nel 1991 all’Università degli Studi. Si è occupato di tematiche fenomenologiche perfezionando i suoi studi presso l’Archivio Husserl di Lovanio. E autore di articoli su riviste italiane e internazionali; ha curato inoltre la traduzione di e. Husserl, La filosofia come scienza rigorosa (Roma-Bari 1994) e il volume di H.-G. Gadamer; Il movimento fenomenologico (Roma-Bari 1994). Attualmente sta svolgendo il Dottorato di Ricerca in filosofia della scienza presso l’Università di Genova.

Reinventa Te Stesso

Reinventa Te Stesso

Come uscire dal bozzolo e diventare la persona che avresti sempre voluto essere

Autore/i: Chandler Steve

Editore: Antonio Vallardi Editore

prefazione e introduzione dell’autore, traduzione di Enrica Magnaghi.

pp. 240, Milano

A chiunque può capitare di ritrovarsi incagliato in una vita di routine, fantasticando su ciò che avrebbe potuto essere. Perché rimanere intrappolati per sempre nei limiti e negli schemi che ci siamo autoimposti? Il coach e conferenziere Chandler ci propone l’alternativa tra essere “una vittima delle circostanze” o “un padrone dello spirito” e ci stimola a liberarci delle nostre inutili zavorre, usando efficaci paradossi e acute riflessioni.

Per esempio:
smettere di essere noi stessi a tutti i costi;
capire che l’amore non viene dal cuore;
riconoscere che le parole possono essere più potenti dei farmaci;
ricordare che ogni soluzione ha un problema;
andare oltre le proprie sensazioni;
cavalcare la tempesta.

Steve Chandler, noto conferenziere, coach e consulente di leadership per aziende del calibro di Motorola, Texas Instruments, IBM e Intel. I suoi libri, tradotti in sette lingue, sono dei best seller mondiali.

Storia di Siena

Storia di Siena

Autore/i: Valenti Rosanna

Editore: Libreria Ticci

prefazione dell’editore.

pp. 108, 3 tavv. ripiegate f.t., nn. ill b/n, Siena

Sommario:

I – Leggenda e realtà della nascita di Siena
II – Nasce il Comune
III – Prime lotte
IV – L’evoluzione dell’ordinamento cittadino. – Sua situazione al Secolo XIII
V – Nuove speranze ghibelline: Manfredi – La Battaglia di Montaperti
VI – Decadenza di Siena dopo Montaperti e apparente sua rinascita (dal 1260 al 1355)
VII – Incertezze e malgoverno dal 1355 alla fine del secolo
VIII – S. Caterina da Siena
IX – S. Bernardino da Siena e le «Molles Senae» del XV secolo
X – Siena e la guerra di successione al ducato di di Milano – Pio II
XI – La Signoria di Pandolfo Petrucci
XII – Sprazzi dell’antico valore senese: porta Camollia e la cacciata delle truppe spagnole
XIII – Assedio di Siena e fine della Repubblica
XIV – I protagonisti dell’assedio:
a) L’assediante: Giovanni Iacopo dei Medici, Marchese di Marignano
b) Il difensore: Pietro Strozzi
c) Il simbolo del Popolo assediato: il Brandano
XV – Cosimo dei Medici ottiene il possesso di Siena
XVI – La Costituzione del Granducato di Toscana Siena sotto Cosimo I.o e Francesco I.o
XVII – Siena ed il XVII secolo
XVIII – Il Bando di Violante
XIX – Fine dei Medici – I Primi Granduchi della Casa di Lorena
XX – I Francesi in Toscana e la rivolta del «Viva Maria»
XXI – Quarantotto- anni di storia
XXII – Curtatone e Montanara – Conclusioni

Il Pasto Gratis

Il Pasto Gratis

La complessità della natura come chiave dello sviluppo umano

Autore/i: Baskin Yvonne

Editore: Instar Libri

traduzione dall’americano di Corrado Ferri.

pp. 266-lii, Torino

«Il più irreversibile degli attacchi umani all’ambiente è quello alla biodiversità. L’umanità dipende interamente dai servizi ecosistemici e, come dimostra questo libro, tali servizi dipendono in larga misura dalla biodiversità.» (Paul R. Ehrlich, Stanford University)

Quali conseguenze può avere la perdita crescente di biodiversità, ossia di quella fitta rete di organismi che operano di concerto per rendere abitabile la Terra? Fino a poco tempo fa le maggiori preoccupazioni relative all’estinzione biologica erano soprattutto di natura etica, ossia concernenti la nostra responsabilità nei confronti del patrimonio biologico del Pianeta. Quanto alle preoccupazioni di natura economica, queste erano correlate alla potenziale perdita di beni preziosi come i principi attivi di piante utili per la produzione di farmaci o i patrimoni genetici di colture destinate all’alimentazione. Oggi, invece, gli ecologi sono sempre più consapevoli del fatto che gli organismi viventi costituiscono la forza lavoro del Pianeta e che la loro estinzione minaccia di distruggere i “servizi” ecosistemici fondamentali (come la depurazione dell’aria e dell’acqua, la conservazione della fertilità del suolo, il mantenimento dell’equilibrio termico) di cui disponiamo gratuitamente e che sostengono quotidianamente la nostra vita. Analizzando le più recenti scoperte delle scienze ecologiche e ricostruendo criticamente numerosi casi di “collassi ambientali” originati dalla contrazione della biodiversìtà, l’autrice ci spiega come la complessità della natura sia davvero la chiave della sopravvivenza e dello sviluppo di Homo sapiens.

Tecniche della Meditazione Cristiana e Pagana

Tecniche della Meditazione Cristiana e Pagana

Autore/i: Lamparelli Claudio

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

introduzione dell’autore, collana: Uomini e Religioni n° 29.

pp. 416, Milano

Questo libro vuole illustrare i metodi di meditazione e di contemplazione utilizzati dai cristiani nella loro storia, dalle origini fino ai giorni nostri, offrendone un panorama completo e comprensivo degli elementi filosofici e tecnici che il cristianesimo ha assimilato dalle culture mediterranee preesistenti all’avvento di Gesù. tre sono i criteri seguiti nella stesura dell’opera: una concezione laica, non-confessionale della religione cristiana, un’equidistanza dalle sue varie tradizioni, anche quelle più bizzarre ed esoteriche, e la ricerca dei suoi collegamenti con le mistiche orientali. L’idea di questo lavoro nasce infatti dal desiderio dell’autore di mettere a confronto le tecniche di meditazione cristiane con quelle orientali – già trattate nel suo libro Tecniche della meditazione orientale – nella consapevolezza che qualunque autentico sentimento religioso affonda le sue radici in un’esperienza mistico-contemplativa.

Claudio Lamparelli, scrittore, traduttore, studioso di storia delle religioni, è autore di L’altro Gesù e, per Mondadori, ha pubblicato Tecniche delle meditazione orientale, Le vie dello spirito e Aforismi su Dio.

Tavoli e Medium – Storia dello Spiritismo in Italia

Tavoli e Medium – Storia dello Spiritismo in Italia

Autore/i: Biondi Massimo

Editore: Gremese Editore

post-fazione dell’autore, collana: Gli Altri Libri – Collana diretta da Andrea De Pascalis.

pp. 208, ill. in b/n, Roma

…In una ricostruzione storica assolutamente inedita i fenomeni, le idee e i protagonisti della misteriosa e affascinante avventura dello spiritismo e della medianità nel nostro Paese…

Le pratiche medianiche, le dottrine spiritiche, gli studi sui fenomeni misteriosi della psiche umana hanno avuto inizio, nella forma moderna che oggi conosciamo, nel 1848 in America e da li si sono presto diffusi in tutto il mondo, assumendo dimensioni assai ampie. Ovviamente queste attività e questo sistema dottrinale sono giunti anche in Italia, pervadendone tutti gli ambienti – inizialmente i più aristocratici e colti, poi, pian piano, quelli più popolari – mettendo radici profonde e spesso sostituendosi ad un cristianesimo perduto o insensibile, o rafforzando la religiosità tradizionale. Per la prima volta viene ora ricostruita la storia di questa penetrazione nella nostra penisola, delle forme che ha assunto e dei rapporti che ha avuto con gli altri aspetti della realtà culturale, politica e religiosa dell’Italia risorgimentale. Accanto a nomi dei cultori di questa disciplina che si è posta nello stesso tempo come una fede e uno studio, scorrono in queste pagine quelli di uomini eminenti della vita pubblica e intellettuale dell’Italia del XIX secolo. Luigi Capuana, Cesare Lombroso, Enrico Morselli, Eugenio Torelli Viollier. Assieme a tanti altri, questi personaggi sono stati coinvolti nell’affascinante avventura dello spiritismo e della medianità, che con le loro luci e ombre hanno inciso forse più di quel che si crede sul tessuto sociale della nazione. La ricostruzione storica che qui viene presentata, assolutamente unica nel suo genere, mira a riportare nella giusta prospettiva un movimento, di fenomeni e di idee, che è stato sempre trascurato dagli studi sul nostro passato. Si vedrà invece come, fino alle porte dell’epoca fascista, lo spiritismo si sia evoluto e abbia acquistato rilevanza, diventando uno dei tratti più distintivi e controversi della nostra epoca.

Massimo Biondi, lavora da tempo nel campo dell’informazione giornalistica, storica e scientifica, ove si è distinto collaborando a prestigiose riviste di larga diffusione, forte della sua precedente esperienza quale ricercatore universitario in campo medico. Per quel che concerne la parapsicologia e lo spiritismo, pur non professando l’adesione a questo movimento, ha maturato una profonda esperienza come sperimentatore e autore di saggi divulgativi, diventando uno dei maggiori esperti italiani di queste materie.

Visualizza indice

Post-fazione

La moda pellegrina

  • Lo spiritismo
  • Girar di tavoli e di teste
  • Il fronte degli avversari

Diffusione

  • Il fuoco sotto la cenere
  • Stranieri in Italia
  • Lo spiritismo di Allan Kardec
  • I primi tentativi
  • Circoli e giornali

Le capitali dell’occulto

  • Circoli ed esperimenti
  • Medium in Italia
  • Prodigi di passaggio
  • Regnanti, notabili, blasonati
  • Spiritismo e politica
  • La Norina

La Chiesa e lo spiritismo

  • La libertà
  • In campo sociale
  • La Civiltà Cattolica

Personaggi

  • Uno scrittore a caccia di emozioni
  • La più bella penna dello spiritismo
  • Un’epoca di assestamento
  • Poesie e aforismi

Una fase di transizione

  • Echi da terre lontane
  • Gli spiriti scendono in campo
  • I fenomeni spontanei
  • Tuonar d’articoli

Studiare o sfidare

  • Questione di nervi
  • La contraddanza dei mobili
  • La medium e il mecenate
  • La sfida
  • Un incontro inspiegabile

Capitolazione

  • I fatti sono fatti

Il Novantadue

  • Ipotesi
  • Un’altra conversione
  • la commissione di Milano
  • I lavori ufficiali
  • Io, donna del mistero

Inquietudini di fine secolo

  • Avvicendamenti
  • Un caposcuola senza seguaci
  • La bancarotta della scienza
  • Un naturalista per lo spiritismo
  • San Paolo dello spiritismo

Inquilini misteriosi

  • Poltergeist
  • Gli agenti invisibili

Premesse d’un’epoca nuova

  • Uno scettico inveterato
  • Polemichette romane
  • Il tramonto degli dei

Appendice: Due parole in conclusione
Bibliografia

Metafora e Menzogna: La Serenità dell’Arte

Metafora e Menzogna: La Serenità dell’Arte

Autore/i: Weinrich Harald

Editore: Società Editrice Il Mulino

introduzione e cura di Lea Ritter Santini, i saggi compresi in questo volume sono stati stampati in sedi diverse, e vengono qui raccolti unitariamente per la prima volta, traduzioni di Paola Barbon, Italo Battafarano, Lea Ritter Santini.

pp. 296, Bologna

Osservando i problemi linguistici con l’occhio del letterato e i fenomeni letterari con l’interesse mosso dagli interrogativi della linguistica. Harald Weinrich ha trasposto alcuni principi metodologici di una linguistica orientata verso i riceventi ascoltatori. In una scienza letteraria orientata verso il lettore. Un’opera letteraria può venir così messa in rapporto con i suoi lettori contemporanei, quelli futuri, quelli ideali e, in un caso limite, addirittura con i suoi lettori trascendenti. Così Weinrich ha formato, in analogia al termine filologico di “critica del testo” (Textkritik) il termine di “linguistica del testo” (Textlinguistik). Si deve a lui la felice scoperta della struttura della metafora nel testo, di quel campo metaforico che dopo Moneta e parola – uno dei saggi qui riprodotti – è termine ormai in uso nella scienza della letteratura. Questi saggi raccolti e tradotti per la prima volta in Italia, scritti negli anni dal 1958 al ’76, rappresentano le analisi letterarie di un critico ironico che dall’osservazione dei testi spiega insieme i diversi aspetti della lingua e dimostra come la linguistica non sia, per la letteratura, una scienza esoterica ma le offre invece i suoi servizi.

Harald Weinrich ha studiato filologia romanza, latino e filosofia nelle Università di Münster, Friburgo, Tolosa e Madrid. Discepolo a Münster di Henrich Lausberg, è stato professore di filologia romanza alle Università di Kiel e di Colonia. Dal 1969 è professore di linguisica e di filosofia romanza alla nuova Università di Bielefeld. Tra i suoi studi sono da ricordare: Das Ingenium Don Quijotes (1956); Phonologische Studien zur romanischen Sprachgeschichte (1969); Tempus Besprochene und erzählte Welt (1964); Linguistik der Lüge (1966); Literatur für Leser (1971).

Visualizza indice

Introduzione all’edizione italiana

  • Moneta e parola. Ricerche su di un campo metaforico
  • Metaphora memoriae
  • Semantica delle metafore audaci
  • Metafora e contraddizione
  • Dispute sulla metafora
  • Linguistica della menzogna
  • Il segno di Giona. Sul molto grande e il molto piccolo in letteratura
  • Le strutture narrative del mito
  • Mitologia dell’onore
  • Tre tesi sulla serenità dell’arte
  • Sublime e umile in letteratura

Victor Hugo e il Romanzo Visionario

Victor Hugo e il Romanzo Visionario

Titolo originale: Victor Hugo and the Visionary Novel

Autore/i: Brombert Victor

Editore: Società Editrice Il Mulino

traduzione Caterina Badini, collana: Saggi N° 323.

pp. 296, ill. in b/n, Bologna

I romanzi di Victo Hugo sono tanto anomali quanto la leggenda nata intorno al loro autore, e giudicare un’opera come I miserabili o Novantatré secondo le convenzioni del realismo francese da Balzac a Zola significherebbe perdere di vista la natura sorprendentemente moderna di queste narrazioni che perseguono uno scopo visionario; a riprova di tale originalità, Jean Cocteau diceva che Hugo era un pazzo che credeva di essere Victor Hugo. Ma oggi i suoi romanzi ci parlano ancora? Con ineguagliabile intelligenza metodologica e alla luce degli apporti teorici della critica tematica e sociologica, del formalismo e del decostruttivismo, Brombert ha qui inteso reinterpretare l’opera narrativa di Hugo. Facendo coincidere la dinamica della violenza rivoluzionaria con il caos della creatività artistica. Hugo mirò, secondo Brombert, ad una nuova epica dell’avventura morale dell’uomo. Ciò spiega perché nella sua opera fatti e fantasmi di un dramma familiare si sovrappongono spesso alla tragedia degli eventi esterni (la Rivoluzione francese, l’epopea napoleonica, Waterloo, la Restaurazione): al punto che la coscienza letteraria del grande romanziere francese può essere definita il palcoscenico di uno psicodramma storico i cui attori simbolici sono il Padre, Napoleone, il Re, la Ghigliottina. I veri mostri che egli dipinge, dunque, sono quelli che dimorano nell’io dello scrittore: ed è liberandoli dalla loro prigione che Hugo costruisce i propri testi.

Victor Brombert insegna nell’Università di Princeton, ed è uno dei francesisti più noti in campo internazionale.

Visualizza indice
  • Prime approssimazioni
  • Il condannato
  • Le pietre viventi di Notre-Dame
  • I miserabili: la salvezza viene dal basso
  • I lavoratori del mare
  • L’uomo che ride: dalla risata alla visione
  • La violenza della storia: Novantatré
  • Epilogo: Ego Hugo

Prima di Cristo

Prima di Cristo

La scoperta dei rotoli del Mar Morto

Autore/i: Burrows Millar

Editore: Giangiacomo Feltrinelli Editore

prefazione dell’autore, traduzione dall’americano di Adriana Dell’Orto.

pp. 420, ill. b/n, Milano

Un beduino della tribù Taamirah, inseguendo una capra scomparsa in una grotta nel deserto lungo la costa occidentale del Mar Morto, scoprì alcuni manoscritti antichissimi risalenti ad una setta giudaica pre-cristiana, dando il via ad una delle più importanti scoperte archeologiche di tutti i tempi.
La storia dei rotoli di Qumrân, il problema della loro autenticità, il loro estremo interesse sia ai fini della critica testuale del Vecchio Testamento, che a quelli della storia delle religioni e del cristianesimo, trovano nel libro del Burrows un esame limpido, serrato, convincente.

Le Metamorfosi o l’Asino d’Oro

Le Metamorfosi o l’Asino d’Oro

Autore/i: Apuleio

Editore: Rizzoli

testo latino a fronte, introduzione di Reinhold Merkelbach, premessa di Salvatore Rizzo, traduzione di Claudio Annaratone.

pp. 736, 64 xilografie dell’edizione veneziana del 1519 in b/n, Milano

Scritto in latino, nei II sec. d.C. (l’età prospera degli Antonini) da un brillante avvocato della provincia d’Africa, noto come esperto di magia, Le Metamorfosi sono innanzi tutto un godibile romanzo d’amori e d’avventure, tramato di favole, digressioni mitologiche, episodi comici o lascivi: un romanzo in cui e continuo ma occulto il richiamo ai riti misterioi della dea Iside. Protagonista ne è un giovane greco, Lucio, che un maldestro esperimento magico trasforma in asino e che, in tal sembiante, pur serbando sentimenti umani, vive – tra rapimenti, fughe, passioni erotiche e intrighi – un’intensissima esperienza di vita, finché, purificato per intervento di Iside, riacquista forma umana ed è ammesso fra gli iniziati ai misteri della dea. La conclusione, scritta in toni ispirati e solenni, illumina di significato mistico l’intricato succedersi delle vicende anteriori, chiarendo il valore simbolico della storia, che può infine apparire come una complessa allegoria dell’anima umana, nel suo travagliato destino di caduta e redenzione, cosi come veniva celebrato nelle pratiche, gelosamente segrete, dei misteri isiaci. il lettore è introdotto nel mondo suggestivo e arcano di uno dei più esclusivi culti dell’antichità: alla decifrazione dei riti misteriosi lo guida efficacemente l’introduzione che la BUR premette al romanzo, dovuta a urto dei massimi studiosi delle religioni antiche, R. Merkelbach.
Nel testo, tradotto e annotato da Claudio Annaratone, sono inserite 64 xilografie, riprodotte dall’edizione veneziana del 1519.

Le Case Moderne e la Salute

Le Case Moderne e la Salute

Autore/i: Audisio Bartolomeo

Editore: Nuova Ipsa Editore

pp. 110, Palermo

Questa che presentiamo è la seconda edizione di un libro rivoluzionario che accusa senza mezzi termini le case in cui abitiamo, costruite in cemento armato e dalle quali è dunque escluso il campo elettrico naturale.

Ciò può essere all’origine di molte malattie degenerative che affliggono attualmente l’umanità civilizzata.

La teoria, sostenuta da rigorosi esperimenti scientifici e clinici, viene esposta in modo esauriente in questo volume, la cui lettura potrà essere utile a milioni di pazienti che non trovano una soluzione terapeutica adeguata alla loro malattia, oltre ad essere un testo onesto di approccio alla bioarchitettura.

Visualizza indice
  • La cellula e le sue proprietà  più rilevanti
  • L’ambiente e la vita
  • Il travaglio della ricerca
  • La teoria
  • Gli altri malanni e disfunzioni organiche visti nella prospettiva della teoria; lo shock del futuro
  • Tecnica di applicazione del campo elettrostatico generato dalla piastra triboelettrica
  • Glossario
  • Bibliografia

La Storia di Padre Pio

La Storia di Padre Pio

Autore/i: Cammilleri Rino

Editore: Edizioni Piemme

introduzione dell’autore.

pp. 272, Casale Monferrato (AL)

Presentiamo la storia di un uomo che cercò solo il Regno di Dio e la sua giustizia, un uomo che ebbe il resto in sovrappiù, e questo sovrappiù sono tutte le persone che ha guarito nel corpo e nello spirito. Forse la Chiesa ce lo additerà a esempio sugli altari, mostrando ai desiderosi di «emergere», ai vogliosi di bene materiali e di sicurezze mondane, come quella vita senza niente sia stata la più cara a Dio e la più colmata di doni e di carismi. Perché se è vero che chi ha Dio ha tutto, quel povero frate di quel convento sperduto è stato l’uomo più ricco, famoso e potente di questo secolo, e forse, se la Chiesa lo accerterà, uno dei più grandi Santi della storia del cristianesimo.

Discorsi di Ermete Trismegisto – Corpo Ermetico e Asclepio

Discorsi di Ermete Trismegisto – Corpo Ermetico e Asclepio

Autore/i: Ermete Trismegisto

Editore: TEA – Tascabili degli Editori Associati

a cura di Bianca Maria Tordini Portogalli, introduzione di Giovanni Filoramo, collana Religioni e Miti Collezione di Testi e Studi n° 106, in copertina: Ermete Trismegisto, incisione di Jean-Théodore de Bry (1561-1623).

pp. 188, Milano

…Il nome Ermete Trismegisto designa l’autore fittizio di una serie di testi di natura molto varia e dedicati a temi che vanno dalle pratiche magiche e astrologiche alle speculazioni filosofiche e teologiche. Si tratta di testi redatti originariamente in lingua greca e di periodo ellenistico, ma che fanno mostra di una coreografia egiziana antica, poiché  pretendono di rivelare la perduta sapienza di quella civiltà, sia essa orientata alla magia, alla religione o alla speculazione filosofica. A tali documenti ci si riferisce genericamente con l’espressione scritti ermetici

La paternità del Corpo ermetico e dell’Asclepio fu attribuita dalla tradizione al dio Ermes, identificato dai Greci con l’egizio Thot, depositario della sapienza e scriba degli dei. Eccelso come filosofo per la sua vasta conoscenza, come sacerdote per la pratica di culti divini e degno del rango regale come amministratore delle leggi, Ermete venne giustamente chiamato Trismegisto, cioè il “tre volte grande”.

La Viticoltura e l’Enologia Presso i Romani

La Viticoltura e l’Enologia Presso i Romani

Studio Fatto per Concorso Internazionale di Attrezzi ed Apparecchi di Viticoltura, Enologia e Distillazione Tenutosi in Conegliano nell’Anno 1881 – Ristampa anastatica

Autore/i: Manzi Luigi

Editore: Edizioni Quasar

presentazione di Giuseppe Casoria e Rodolfo Gigli, dedica ed introduzione dell’autore, partecipazione dell’ARSIAL – Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio.

pp. 230, ill. in b/n, Roma

…Gli specialisti e gli studiosi troveranno pagine ricche di dati e di citazioni, in un apparato complesso, mai frammentario o eterogeneo, ma orientato all’esposizione di una ricerca fortemente tematica e pure armonicamente collegata al processo storico al punto che i particolarissimi aspetti della coltivazione della vite, della produzione del vino, della sua valutazione e del commercio, ricongiungendosi con le vicende dei popoli, si ricompongono fino a divenire storia essi stessi. Prezioso è il ricorso alle fonti archeologiche, letterarie, epigrafiche, iconografiche, archivistiche citate “con maggior diligenza che si poteva”, con un linguaggio appassionato e accattivante…

Visualizza indice

Dedica
Introduzione

Preliminari

Strumenti ed attrezzi per viticoltura

Viticoltura e malattie della vite

Vendemmia

Strumenti e macchine d’enologia

Vasi vinari

  • Cella vinaria ed apoteca
  • Vasi potorii
  • Strumenti per assaggiare e tramutare il vino
  • Pesa liquori

Feste vinali

  • Principali specie de’vini

Vini contraffatti

  • Sidro e bevande di frutta fermentata
  • Cervogia e birra
  • Infusioni nel vino
  • Olii essenziali e distillazione
  • Aceti
  • Incontinenza dei Romani nel bere

Conservazione e chiarificazione dei vini

Il Giudaismo nei Primi Secoli del Cristianesimo

Il Giudaismo nei Primi Secoli del Cristianesimo

Titolo originale: Judaism in the Beginning of Christianity

Autore/i: Neusner Jacob

Editore: Morcelliana

prima edizione, prefazione dell’autore, traduzione di Sandro e Silvia Servi, collana Shalom. Per Comprendere l’Ebraismo, in copertina: «Il Maestro», tratta dalla «Guida dei perplessi» di Maimonide, Spagna XIV secolo, Biblioteca Nazionale di Copenhaghen.

pp. 176, Brescia

In questo libro, che si distingue per chiarezza e semplicità d’esposizione, Jacob Neusner risponde agli interrogativi fondamentali che riguardano il mondo del giudaismo da cui è nato il cristianesimo. Neusner dà un quadro delle vicende storiche e religiose di Israele e analizza il patrimonio del giudaismo che si conservò tra coloro che non divennero cristiani. Neusner discute anche la controversa questione dei farisei e tenta di ricostruire l’identità dell’Hillel storico. Questo libro, ben documentato e accessibile, si rivolge direttamente a tutti coloro che sono interessati alla fede ebraica e cristiana e ne cercano il senso risalendo alle loro comuni radici storiche.

Jacob Neusner ha studiato presso lo Harvard College (1953), a Oxford (1954) e al Jewish Theological Seminary (1954-1960). Nel 1960 ottiene il Ph.D. alla Columbia University con una ricerca sulla vita di Johanan ben Zakkai, il grande riorganizzatore del giudaismo dopo la disfatta della rivolta antiromana dell 66-73. Ha pubblicato numerosissime opere, sia scientifiche sia divulgative, che hanno suscitatoun ampio dibattito nell’ambito degli studi sulla tradizione rabbinica antica.

Visualizza indice

Prefazione

Il mondo del popolo di Gesù

  • Gerusalemme e il Tempio
  • A causa dei loro peccati
  • Erode e la dominazione romana
  • La vita economica
  • L’educazione
  • Le classi sociali
  • Le sètte: Esseni, Sadducei, Farisei
  • Conversione: “Giudaismo normativo”?
  • Autogoverno
  • Le donne
  • Conclusione

Il Maestro, il Sacerdote, il Messia

  • I tipi ideali
  • Tipi e simboli espressivi
  • Storia e vita privata, tempo ed eternità
  • Salvezza e/o santificazione

I Farisei, in competizione con Gesù

  • Le fonti
  • All’indomani del disastro
  • La teologia
  • Polemiche
  • Chi erano i farisei? La risposta di Giuseppe Flavio
  • L’ellenismo dei farisei
  • Le due immagini dei farisei
  • I farisei secondo i Vangeli
  • I punti in comune: le leggi
  • Le donne e il farisaismo
  • Conclusione

La figura di Hillèl

  • L’importanza di Hillèl
  • Hillèl come legislatore
  • I detti sapienzali di Hillèl
  • La leggenda dell’ascesa al potere di Hillèl
  • Hillèl e Shammàj
  • L’Hillèl storico
  • Conclusione

Il giudaismo dopo la catastrofe

  • Distruzione del Tempio e rinascita della Toràh
  • La sfida teologica
  • La risposta di Jochanàn
  • Conclusione

Una parola finale
Glossario

Donne e Depressione – I Perché di una Sindrome al Femminile

Donne e Depressione – I Perché di una Sindrome al Femminile

Autore/i: Infrasca Roberto

Editore: Bruno Mondadori Editori

introduzione dell’autore, collana Economica n° 52.

pp. 182, Milano

Depressione, ovvero una patologia declinata al femminile. È quanto rivelano gli studi epidemiologici, che mostrano come la percentuale di donne affette da depressione sia circa il doppio rispetto agli uomini. Perché un simile divario? Analizzando il percorso evolutivo delle donne depresse, dalle vicissitudini del periodo infantile e adolescenziale all’esordio della patologia in età adulta, il libro di Roberto Infrasca istituisce un confronto diretto con gli uomini che soffrono dello stesso disturbo e le donne che invece non ne sono affette. I dati sembrano parlare chiaro: nella loro infanzia, le donne depresse sono maggiormente sottoposte a relazioni conflittuali con le figure genitoriali e con l’ambiente e sono più vulnerabili allo stress e alle avversità, a causa di una fragilità temperamentale che ostacola l’instaurarsi di una fiducia di base sulla quale poter costruire un’identità ragionevolmente solida e sicura.

Roberto Infrasca, psicoterapeuta, insegna Psicologia clinica presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Genova. Tra le sue pubblicazioni: Anoressia e sessualità. Dalla comprensione alla terapia (Edizioni Magi, Roma 1999); Il disturbo da attacchi di panico (Franco Angeli, Milano 2000); Dall’infanzia alla depressione (Edizioni Magi, Roma 2002); Accadimenti nell’infanzia e psicopatologia dell’adulto (Edizioni Magi, Roma 2003); DAP. Inquadramento psicopatologico e approccio psicoterapeutico nel disturbo da attacchi di panico (Edizioni Magi, Roma 2006).

Visualizza indice

Introduzione

Il volto della depressione

  • Dinamiche della depressione
  • Relazione tra lutto e depressione
  • Stress da perdita
  • I correlati biologici dello stress da attaccamento-perdita

Infanzia e depressione

  • Esperienze del periodo infantile e rischio depressivo
  • Le origini psicodinamiche della depressione
  • Accadimenti dell’infanzia, depressione e differenze tra sessi

L’espressività depressiva nel periodo adulto

  • Donna e depressione
  • Il disturbo distimico: un quadro clinico coniugato al femminile
  • Depressione, indicatori psicofisiologici e differenze tra sessi
  • Depressione e sessualità
  • Depressione e aggressività
  • Depressione e abuso sessuale nell’infanzia
  • Depressione e tabagismo
  • Depressione e ideazione suicidiaria
  • Il percorso femminile verso la depressione

Bibliografia
Indice dei nomi

Japan Underground

Japan Underground

Autore/i: Rossetti Gabriele

Editore: Castelvecchi Editore

prima edizione, collana Quadra n° 12.

pp. 264, nn. ill. a colri e in b/n n.t., Roma

…Eccessi, sogni di bambole vive, silenzi…La cultura erotica giapponese è un mondo di immaginazione, dove non esiste il senso del peccato. Il sesso trasuda l’odore del corpo, un profumo che ricorda la possibilità di sentirsi puri anche se violati da qualcosa di sporco, sensazioni corporali, ma anche organolettiche. La fantasia giapponese scuote tutti i sensi fino al culmine, fino al raggiungimento dell’orgasmo mentale e fisico…

Gabriele Rossetti collabora con la cattedra di Archeologia, Storia dell’Arte e Filosofia dell’Asia Orientale. Attualmente è impegnato nello studio dell’interazione tra lo spazio e la scultura contemporanea giapponese, con particolare riguardo agli aspetti sensoriali-interattivi e al ruolo sociale dell’arte contemporanea.

Visualizza indice

Le radici storiche e culturali dell’erotismo giapponese

  • Lo Shintoismo e il sesso
  • Il Buddhismo giapponese
  • L’0insegnamento Zen
  • Omosessualità
  • I ruolo femminile
  • Le parole straniere dominano il sesso
  • Il flauto e la pesca

L’immaginario collettivo nel Giappone contemporaneo

  • Un giovane corpo vale molti yen

Arte contemporanea

  • L’interpretazione del corpo nudo
  • La poesia visiva di Nobuyoshi Araki
  • Le donne di Yuri Oijma e Maki Miyashita
  • Il poku di Takashi Murakami
  • L’arte di Hiroshi Masuyama e Makoto Aida

Manga e anime

  • H
  • La regolamentazione della raffigurazione della sessualità
  • L’erotic grotesque e lo stupro tentacolare
  • Yaoi e boy-love

Cinema

  • Proteggere la sfera dell’intimità: la regolamentazione delle oscenità
  • Pinku eiga: l’arte di evocare
  • Roman poruno
  • Il nuovo pink
  • La produzione hardcore
  • La pornografia non ha bisogno di essere esplicita

Sesso e sessualità nei mass media giapponesi

Intrattenimento sessuale

  • Love hotel: il bisogno di acquistare intimità
  • Gli affari dell’acqua
  • I menu del sesso
  • Soapland e altro
  • Gli hostess club

Il sesso estremo ovvero le gioie della tortura

  • Il circo sadomaso
  • L’arte di legare per amore
  • Feticismo e burusera
  • Sex shop

Conclusioni
Bibliografia
Webgrafia
Ringraziamenti

Oracolo Madre – 30 Carte Sciamaniche di Trasmutazione dall’Ombra alla Luce

Oracolo Madre – 30 Carte Sciamaniche di Trasmutazione dall’Ombra alla Luce

Autore/i: Giunchedi Anael Carlotta

Editore: Macro Edizioni

prima edizione, introduzione dell’autore, prefazione di K. Agatensi, collana Nuova Saggezza.

pp. 104, ill. a colori, Cesena (FC)

…L’Oracolo Madre parla al nostro profondo e ci mette in comunicazione con la voce antica della Grande Madre che abita dentro di noi…Nella speranza che anche tu, caro lettore, possa acquietare i tuoi pensieri e intendere – dentro di te – quell’amorevole voce senza tempo che si manifesta nel fruscio degli alberi, nel suono dell’acqua che scorre…

Le 30 carte, suggestive e potenti, ci guidano lungo il cammino verso la gioia e la libertà: ci invitano a guardarci dentro, riconnettendoci con le nostre ombre e permettendoci, dopo averle riconosciute, di trasformarle in luce.

Carlotta Giunchedi. Diplomata in arte, trance dance presenter e floriterapeuta, amplia la sua formazione attraverso numerosi corsi di approccio olistico/esistenziale, danza dei cinque ritmi ed esperienze sciamaniche. Da anni ricercatrice nel campo dell’evoluzione personale e spirituale, vive in natura e si occupa di diverse forme creative (movimento, esercizi energetici, pittura intuitiva, body painting, lavori con le maschere e mandala). Di formazione gestalt art counsellor, tiene cerchi di conoscenza personale e spirituale, lavori sul femminile, seminari di esperienze pittoriche, trance dance e capanne sudatorie.

Visualizza indice

Prefazione
Introduzione

Come usare le carte

  • Relazione Materna
  • Femminile
  • Forza Autentica
  • Solarità
  • Rabbia
  • Fiducia
  • Maschere
  • Relazioni
  • Lentezza
  • Potere Personale
  • Costruire
  • Respiro
  • Rigenerazione
  • Solitudine
  • Ricchezza Interiore
  • Centratura
  • Fiorire
  • Vista Interiore
  • Lato Oscuro
  • Sensi
  • Istinto
  • Magia
  • In Natura
  • Armonia
  • Trasformazione
  • Fratellanza
  • Danza
  • Percezione
  • Equilibrio
  • Emozioni