Libreria Editrice OssidianeLibreria Editrice Ossidiane

La Morte di Mozart

La Morte di Mozart

Autore/i: Buscaroli Piero

Editore: Rizzoli

notizia dell’autore, la copertina riproduce il coperchio della tabacchiera di Mozart, conservata nella collezione dell’Abbazia benedettina di Göttweig, Bassa Austria.

pp. 384, Milano

Nel 1956, secondo centenario della nascita, Bruno Walter espresse un disagio acutamente mozartiano: «Nulla di quel che conosciamo dell’uomo Mozart corrisponde al creatore che fu. Un simile contrasto tra persona umana e grandezza artistica si trova in Bruckner…» L’evidente assenza di superiori doti morali e culturali non intralcia la meteora miracolosa, un uomo assolutamente ordinario può essere abitato dal genio della musica. Dopo quarant’anni il disagio è diventato baratro, documenti sconosciuti, eruttati da archivi e biblioteche, hanno demolito le poche certezze, moltiplicato gli enigmi. Tutto quanto credevamo di sapere su quella morte è prodotto di falsificazioni che i biografi continuano a ricopiare e truccare. Circostanze conosciute ai contemporanei furono accanitamente cancellate. Perché? Riflettendosi a ritroso, le sorprese sulla morte mi guidarono alla riscoperta dell’ultimo tratto di vita. Questa non è una nuova biografia, ma tra la folla delle sorprese riaffiorano le verità sepolte.

Piero Buscaroli (1930-2016), dopo il liceo classico studia organo con Ireneo Fuser e si laurea in Storia del diritto italiano con Giovanni de Vergottini. Nel 1955 Leo Longanesi lo chiama al Borghese, vi rimane con Mario Tedeschi; appassionato di musica e guerre, corre tra festival di Bach e invasioni, tre volte in Palestina, sei in Vietnam, il Sessantotto a Praga. Dopo quattro anni alla direzione di un quotidiano di Napoli lascia il giornalismo politico. Direttore della collana La Torre d’avorio per Fògola, accetta una cattedra nei Conservatori di Stato “a tempo indeterminato” e dal 1976 al 1994 insegna a Torino, Venezia e Bologna. Nel 1979 Montanelli gli offre la critica musicale de Il Giornale. Tra le sue opere ricordiamo La stanza della musica (Fògola, 1976), Bach (Mondadori, 1985; 2018), Figure & figuri (Volpe, 1977), Paesaggio con rovine (Camunia, 1989), Beethoven (Rizzoli, 1996), Dalla parte dei vinti (Mondadori, 2010; Minerva, 2016) e Una nazione in coma (Minerva, 2013).

Visualizza indice

Notizia

  • La felicità consiste nell’immaginazione
  • Ora comincia la mia fortuna
  • Le vertigini di Leopold
  • Una visita al re di Prussia
  • Questo unico Mozart
  • Un programma scandaloso
  • Apollo in bolletta
  • L’onore e il segreto
  • Per un tozzo di pèane…
  • Se faremo fiasco, io non ne ho colpa
  • Orfeo a Francoforte
  • Un invito a Londra
  • L’ombra di Maria Magdalena
  • Arde la Musa e la consuma
  • L’excès de travailet de plaisir
  • Il Requiem di un altro
  • La fabbrica dei misteri
  • Un capolavoro alla nascita
  • Una porcheria tedesca
  • Il successo silenzioso
  • Curriculum mortis

Indice

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Commenti

Comments are closed.