Libreria Editrice OssidianeLibreria Editrice Ossidiane

Bertrand Russell libri, bibliografia, biografia

Bertrand Arthur William Russell, nacque a Ravenscroft (Galles) il 18 Maggio 1872;
terzo e ultimo figlio di una nobile famiglia, divenne nel 1931, alla morte del fratello Frank, il terzo lord Russell. Perse i genitori in tenera età, fu quindi allevato dai nonni paterni, il nonno è Lord John Russell (ex primo ministro inglese).
Filosofo, logico, matematico britannico, pacifista, saggista

Studiò al Trinity College di Cambridge dove seguì i corsi di matematica e di filosofia, dove iniziò con G. E. Moore la battaglia contro il neoidealismo di F. H. Bradley ed E. McTaggart allora dominante nella cultura inglese.
Nello stesso insegnò fino al 1916, fino a quando fu allontanato a causa delle sue idee.

Tra periodi di studio e d’insegnamento, troviamo parentesi di viaggi in vari paesi (celebri le sue narrazioni di Russia e Cina tra il 1920 e il 1921) e infine la partecipazione appassionata a numerose battaglie politiche.

Dal 1938 insegnò in alcune università americane, dove si trasferì a causa dei problemi di scelta politica, per poi essere riaccolto a Cambridge nel 1944.
Ricevette nel 1950 il Premio Nobel per la letteratura.

Egli si dedicò senza sosta alla promozione delle sue idee sulla libertà e la pace, con numerosi interventi durante la crisi di Cuba e durante la guerra del Vietnam, dando vita nel 1966 alla costituzione di un tribunale per i crimini di guerra, il noto «Tribunale Russell».

Dopo aver fiancheggiato agli inizi del secolo il partito laburista, conquistò nel mondo anglosassone un ruolo del tutto peculiare con il suo coerente impegno, in nome di un rigoroso radicalismo politico, a difesa delle minoranze oppresse e con la propaganda a favore dell’obiezione di coscienza, contro la coscrizione obbligatoria (per questo passò anche alcuni mesi in prigione nel 1918).
Partecipò inoltre a movimenti per l’emancipazione delle donne e per una nuova morale familiare, particolarmente intense furono le sue iniziative di carattere pacifista che dopo il 1958 lo videro promuovere una campagna per il disarmo nucleare e istituire negli ultimi anni di vita, il già citato Tribunale Russell contro le atrocità della guerra nel Vietnam.

L’enorme produzione di Russell, dedicata, oltre che alla filosofia e alla logica, anche alla storia (storia delle idee, storia della cultura, ecc.), alla morale e alla letteratura, gli fece presto guadagnare una popolarità mondiale.
Nell’ambito della logica matematica, di grande rilievo fu il suo tentativo di portare a compimento i progetti di fondazione logica dell’aritmetica già intrapresi da G. Cantor, G. Peano e G. Frege.
Nelle sue opere (A critical exposition of the philosophy of Leibniz, 1900, trad. it. 1972; The principles of mathematics, 1903, trad. it. 1951; Principia mathematica, 3 voll., in collab. con A. N. Whitehead, 1a ed. 1910-13, 2a ed. 1925-27; Introduction to mathematical philosophy, 1919, trad. it. 1946), oltre a fornire numerosi strumenti formali largamente utilizzati dai logici del 20º sec., elaborò alcune teorie in grado di risolvere i paradossi di fronte a cui pareva essersi arenato lo studio dei fondamenti della matematica.
Particolarmente fortunata la sua teoria dei tipi, per cui ogni funzione proposizionale e ogni classe viene considerata di tipo logicamente più elevato di quello in cui rientrano i loro elementi. R. presentava nelle sue prime opere una filosofia della matematica decisamente realistica che considerava il numero come un’entità dotata di una sua autonoma esistenza; la successiva riflessione filosofica di R. fu rivolta ad abbandonare questa concezione realistica della matematica e della logica.
Nel periodo tra il 1918 e il 1925 R. svolse una serie di ricerche sul problema della conoscenza e sulla filosofia del linguaggio, delineando le tesi principali dell’atomismo logico (Philosophical essays, 1910; The problems of philosophy, 1912, trad. it. 1959; Our knowledge of external world, 1914, trad. it. 1966; The analysis of mind/”>mind, 1921, trad. it. 1955; The analysis of matter, 1927, trad. it. 1964; Logic and knowledge: essays 1901-1950, 1956, trad. it. 1961).
L’ulteriore filosofia di R. più che elaborare precise teorie fu dedicata alla presentazione di un temperato scetticismo, che da una parte sottolineava l’importanza delle verità scientifiche e dall’altra invitava a evitare qualsiasi sistema speculativo cioè a suo parere la metafisica (An outline of philosophy, 1928, trad. it. 1966; An inquiry into meaning and truth, 1940, trad. it. 1963; Human knowledge: its scope and limits, 1948, trad. it. 1951; Unpopular essays, 1951, trad. it. 1963; My philosophical development, 1959, trad. it. 1962; Essays in skepticism, 1963, trad. it. 1968).
Con il passare degli anni R. si dedicò esclusivamente all’attività di divulgazione scientifica e di difesa di ideali etico-politici di tolleranza che aveva sempre alternato alla sua produzione più strettamente scientifica e filosofica (si ricordano, tra le opere di divulgazione: The ABC of relativity, 1925, trad. it. 1960; Freedom and organization: 1814-1914, 1934, trad. it. Storia delle idee del XIX secolo, 1963; la già citata History of western philosophy; The impact of science/”>science upon society, 1951, trad. it. 1952; tra le opere di carattere etico-politico: Principles of social reconstruction, 1915, trad. it. 1970; Why I am not a christian?, 1927, trad. it. 1959; Marriage and morals, 1929, trad. it. 1961; The conquest of happiness, 1930, trad. it. 1947; Education and the social order, 1932, trad. it. 1962; Power, 1938, trad. it. 1954; Authority and the individual, 1949, trad. it. 1962). Ha lasciato anche una ricca e vivace Autobiography (3 voll., 1967-69, trad. it. 1969-70).

Morì a Penrhyndeudraeth nel Regno Unito, il 2 febbraio 1970.

I Principi della Matematica, Russell Bertrand, Newton Compton Editori, 1983 - libro - dettaglio
L'Autobiografia di Bertrand Russell - 2 Volumi, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1971 - libro - dettaglio
L'Impulso della Scienza sulla Società, Russell Bertrand, Aldo Martello Editore, 1970 - libro - dettaglio
Filosofia e Scienza, Russell Bertrand, Newton Compton Editori, 1972 - libro - dettaglio
Realtà e Finzione, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1967 - libro - dettaglio
L'Analisi della Mente, Russell Bertrand, Newton Compton Editori, 1969 - libro - dettaglio
I Fondamenti della Geometria, Russell Bertrand, Newton Compton Editori, 1975 - libro - dettaglio
La Conquista della Felicità, Russell Bertrand, TEA - Tascabili degli Editori Associati, 2005 - libro - dettaglio
Elogio dell'Ozio, Russell Bertrand, Arnoldo Mondadori Editore, 1981 - libro - dettaglio
Dedalo o la Scienza e il Futuro. Icaro o il Futuro della Scienza, Russell Bertrand, Bollati Boringhieri Editore, 1991 - libro - dettaglio
Storia della Filosofia Occidentale, Russell Bertrand, TEA - Tascabili degli Editori Associati, 1997 - libro - dettaglio
Satana nei Sobborghi, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1953 - libro - dettaglio
L'ABC della Relatività, Russell Bertrand, TEA - Tascabili degli Editori Associati, 1993 - libro - dettaglio
La Vittoria Disarmata, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1965 - libro - dettaglio
Storia della Filosofia Occidentale - 4 Volumi, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1974 - libro - dettaglio
Scienza e Religione, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1974 - libro - dettaglio
Misticismo e Logica, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1980 - libro - dettaglio
Storia della Filosofia Occidentale, Russell Bertrand, Edizione Club del Libro, 1982 - libro - dettaglio
Il Potere, Russell Bertrand, Giangiacomo Feltrinelli Editore, 1970 - libro - dettaglio
Matrimonio e Morale, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1961 - libro - dettaglio
Il Pensiero di Bertrand Russell, Russell Bertrand, Loescher Editore, 1972 - libro - dettaglio
Matrimonio e Morale, Russell Bertrand, Edizione Club del Libro, 1981 - libro - dettaglio
La Saggezza dell'Occidente - 2 Volumi, Russell Bertrand, Longanesi & C., 1978 - libro - dettaglio
Il Terribile Giuramento della Signorina X, Russell Bertrand, Rizzoli, 1974 - libro - dettaglio